Da terreno agricolo a discarica: scoperto deposito abusivo di rifiuti

Martedì è stato scoperto, nelle campagne di Bellaria-Igea Marina, un deposito incontrollato di rifiuti pericolosi su terreno agricolo di circa 2000 mq. La polizia provinciale ha posto sotto sequestro l'intera area interessata

(Immagine d'archivio tratta dal web)

Durante uno dei numerosi servizi effettuati dal Comando di Polizia Provinciale di Rimini per individuare e reprimere reati in materia ambientale, martedì è stato scoperto, nelle campagne di Bellaria-Igea Marina, un deposito incontrollato di rifiuti pericolosi su terreno agricolo di circa 2000 mq.

Gli agenti della Provinciale hanno provveduto a porre sotto sequestro l'intera area dove erano stati illegalmente accumulati decine di motori di autoveicoli ed autocarri ancora impregnati di sostanze pericolose per l'ambiente, oltre a numerose carcasse di veicoli (autocarri, automobili, rimorchi e ciclomotori).

Sono stati inoltre rinvenuti cinque fusti contenenti circa 600 litri di olio esausto e circa 400 litri di diluente stoccati direttamente sul terreno a circa 200 metri dall’argine del Fiume Uso. Tra gli altri rifiuti, è stata riscontrata anche la presenza di numerose lastre di eternit. Il proprietario del terreno, un cinquantaseienne titolare di una nota autofficina locale, è stato immediatamente identificato e denunciato all’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento