Dal Comune 160mila euro per la realizzazione di un centro di accoglienza

Gloria Lisi: "Un intervento previsto da tempo, necessario per rendere la struttura adatta a proseguire nel percorso di accoglienza e integrazione avviato"

Con l'approvazione in Giunta del progetto di fattibilità tecnica prende l'avvio l'iter per la ristrutturazione dell'ex stamperia comunale di via De Warthema e la realizzazione di un centro di accoglienza a bassa soglia. Il progetto prevede l'ammodernamento della struttura che, dopo l'esperienza positiva della sperimentazione portata avanti da “Casa don Andrea Gallo”, diventerà un vero e proprio centro di accoglienza permanente per le fragilità, confermando la vocazione sociale. I lavoro saranno affidati “in house” ad Anthea, mentre il soggetto – o partenariato - gestore sarà deciso tramite un'istruttoria pubblica di prossima pubblicazione per le organizzazioni del terzo settore che prevederà l'affidamento triennale della struttura così come previsto dai regolamenti. “Comincia a prendere forma– ricorda il Vicesindaco con delega al sociale Gloria Lisi – un intervento previsto da tempo, necessario per rendere la struttura adatta a proseguire nel percorso di accoglienza e integrazione avviato. Un investimento importante per rendere strutturale l'utilizzo di uno spazio comunale importante all'accoglienza la solidarietà e la socialità per tutta la nostra comunità” 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento