rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Dal “Ravenna Padel Center” un aiuto al progetto del reparto dell’Oncoematologia Pediatrica di Rimini

“Stronger 4 the Future” è sostenuto con forza da IOR, un’iniziativa davvero apprezzata dai ragazzi costretti a seguire le terapie presso il Centro di Riferimento per la cura dei tumori che colpiscono bambini e adolescenti

Sabato 6 novembre, presso lo “Chalet dei Giardini Pubblici” di viale Sante Baldini 4, si è tenuta la cerimonia di chiusura delle iniziative che “Ravenna Padel Center” ha portato avanti nel corso dell’estate a sostegno di “Stronger 4 the Future”, progetto del reparto dell’Oncoematologia Pediatrica di Rimini sostenuto con forza da IOR: un’iniziativa davvero apprezzata dai ragazzi costretti a seguire le terapie presso il Centro di Riferimento per la cura dei tumori che colpiscono bambini e adolescenti in Romagna. Attraverso un programma studiato ad hoc su ciascun paziente da un team di specialisti, tra cui una nutrizionista, la dott.ssa Debora Guerra, e un personal trainer, Danilo Ridolfi, la cui professionalità è messa a disposizione proprio dall’Istituto Oncologico Romagnolo, le dottoresse del dipartimento si assicurano che i giovani costretti alle terapie non perdano interesse e abitudine verso lo sport: in questo modo possono sentirsi meno malati e sfortunati dei coetanei sani nel presente, ma soprattutto possono soffrire di minori limitazioni funzionali nel futuro, una volta che la malattia sarà finalmente alle spalle.

"Al termine delle cure neoplastiche il 74% dei bambini e il 91% degli adolescenti abbandonano la pratica sportiva – ha spiegato la dott.ssa Elena Fabbri, Principal Investigator del progetto – oltre ai rischi ben noti correlati alla sedentarietà, come l’aumento delle probabilità di sviluppare da adulti patologie cardiovascolari, obesità e diabete, i ragazzi che si ammalano di tumore sono esposti agli effetti secondari delle terapie, per cui si calcola che presentino una probabilità dalle 4 alle 7 volte superiore di soffrire di disturbi che ne limiteranno fortemente anche le attività più comuni e quotidiane. Per questo ringrazio di cuore lo IOR e i ragazzi del “Ravenna Padel Center”: grazie a “Stronger 4 the Future” possiamo migliorare la qualità di vita dei nostri pazienti non solo qui ed ora, ma con un’ottica prospettica al futuro. Abbiamo un team di professionisti che lavora sodo a questo scopo: oltre alla nutrizionista e al personal trainer i pazienti possono disporre dell’assistenza della nostra psiconcologa, la dott.ssa Samanta Nucci. Preziosissima è anche la collaborazione degli altri reparti dell’ospedale, che hanno aderito volontariamente e con entusiasmo all’iniziativa: tra tutti vorrei citare la dott.ssa Testa, della U.O. di Cardiologia, e la dott.ssa Bernardi, della U.O. di Pneumologia".

Al termine della cerimonia il Presidente del “Ravenna Padel Center”, Fabio Alberani, alla presenza dell’Assessore allo Sport del Comune di Ravenna, Giacomo Costantini, ha consegnato nelle mani del Presidente dell’Associazione Volontari e Amici dello IOR, Mario Pretolani, un assegno da 2.800 euro. A questo proposito quest’ultimo ha dichiarato: "Ritengo si tratti di un gesto molto bello e significativo per almeno due motivi: il primo è sicuramente che lo sport in questo progetto diventa non solo un’arma di cura per i ragazzi, che vedono così migliorare la propria qualità di vita, ma anche il vero motore con cui la solidarietà del territorio di Ravenna si è attivata per i giovani colpiti dal cancro. In secondo luogo, è molto importante vedere la collaborazione tra province romagnole: un segnale forte di rete e di condivisione di ideali che va al di là dei possibili campanilismi. D’altronde l’Oncoematologia Pediatrica di Rimini non è solo un’eccellenza riconosciuta in termini di presa in carico, ma è anche il Centro di Riferimento della nostra area per la cura dei tumori che colpiscono bambini e adolescenti. Il mio ringraziamento va quindi al “Ravenna Padel Center” che ha dimostrato grande sensibilità e impegno".

"Siamo orgogliosi di essere stati coinvolti come Associazione a sostegno di questo splendido progetto – ha aggiunto Fabio Alberani, Presidente “Ravenna Padel Center” – abbiamo organizzato una serie di manifestazioni sportive e di cene di beneficenza che hanno dato continuità agli eventi realizzati negli anni scorsi da Gianfranco Corelli, nostro istruttore e già promotore di queste iniziative. Il nostro obiettivo è quello di proseguire anche nei prossimi anni con questa splendida collaborazione". A conclusione della cerimonia è giunto anche il plauso del Comune di Ravenna, nella persona dell’Assessore allo Sport Giacomo Costantini: "Si tratta di una bellissima iniziativa: ho già avuto modo di ringraziare sentitamente coloro che l’hanno promossa perché va a sostenere non solo lo staff di un reparto di eccellenza del nostro territorio ma soprattutto i suoi pazienti. Lo sport è vita, a maggior ragione per tutti coloro che più degli altri hanno bisogno di avere un impulso positivo per reagire alla sfortuna e alle malattie". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal “Ravenna Padel Center” un aiuto al progetto del reparto dell’Oncoematologia Pediatrica di Rimini

RiminiToday è in caricamento