Dal settore riminese parte una bottiglia di plastica, la Rinascita: "Ci dissociamo completamente"

Oltre 300 tifosi riminesi hanno raggiunto Cesena, incitando la squadra dal primo all'ultimo minuto con la carica agonistica che li contraddistingue sin dall'anno scorso

Il primo storico derby cestistico tra Tigers Cesena e Rinascita Basket Rimini è stato un'autentica festa dello sport. Entusiasmo alle stelle in un Carisport gremito. Oltre 300 tifosi riminesi hanno raggiunto Cesena, incitando la squadra dal primo all'ultimo minuto con la carica agonistica che li contraddistingue sin dall'anno scorso. Il lancio di una bottiglia di plastica dal settore riminese è l'unico neo di una serata che ha visto la palla a spicchi arancione protagonista.

Rinascita Basket Rimini "si dissocia completamente" dall'accaduto, evidenziando come l'episodio "non rientra nell'ideale di tifo che questo progetto promuove sin dal primo giorno. Pertanto RBR si scusa pubblicamente con la Società Tigers Cesena e con l'Ufficiale di gara la cui incolumità è stata messa a rischio (la bottiglia comunque non ha colpito nessuno e nell'impatto col parquet non si è rotta)".

Alla fine il verdetto del parquet ha rispecchiato quello che si è visto in campo: i ragazzi di coach Bernardi sono incappati in una prestazione opaca sopratutto in difesa, accentuando così le difficoltà di incontrare una formazione difficile dal punto di vista fisico come Cesena. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaccata nella boutique, razzia di costosi capi di abbigliamento e borse griffate

  • Insieme nella vita e nel lavoro, marito e moglie riaprono il supermercato in via della Fiera

  • Fratelli separati alla nascita, la sorella scomparsa riappare a Cattolica dopo 50 anni

  • Un locale del Borgo San Giuliano premiato tra i migliori 50 ristoranti low cost d'Italia

  • Investe una donna con i suoi tre cani sulle strisce pedonali e scappa: è caccia al pirata

  • Banda del bancomat in azione, malviventi messi in fuga dai carabinieri

Torna su
RiminiToday è in caricamento