Dalla Commedia dialettale "La Vecia Catolga anni 30", quasi 1.500 euro in favore dello Ior

La commedia ha permesso allo Ior di ricavare un contributo di quasi 1500 euro, che saranno investiti per supportare le attività di ricerca, assistenza ai Pazienti oncologici sul nostro territorio

Venerdì 7 febbraio, sul palco dell’Arena della Regina di Cattolica, è andata in scena la commedia in lingua italiana e dialetto “La Vecia Catolga anni 30”, ideata e diretta da Mario Del Bianco, detto “Cagnet”.  Del Bianco, personaggio molto conosciuto e seguito a Cattolica, è riuscito a mettere in scena una commedia divertente e ad ottenere un vasto successo di pubblico, grazie al suo impegno e alla collaborazione della Compagnia teatrale Naif, che ha recitato gratuitamente, in virtù anche dell’importante finalità della serata.

“Cagnet” ha infatti fin da subito deciso di destinare l’intero utile della serata all’Istituto Oncologico Romagnolo, per sostenere le attività istituzionali dello Ior ed i suoi servizi ai Pazienti oncologici. “Sono contento di vedere così tante persone presenti – ha dichiarato l’autore – soprattutto perché questa serata ha lo scopo di sostenere un importante realtà presente da molti anni sul nostro territorio come l’Istituto Oncologico Romagnolo. Chi ha vissuto in direttamente la malattia oncologica sa quanto siano importanti i diversi servizi dedicati ai pazienti e conosce l’importanza della ricerca per ottenere cure sempre più efficaci”.

Un doveroso ringraziamento da parte dell’Ior è stato espresso direttamente sul palco da Barbara Bonfiglioli, Vice Presidente Ior e Responsabile della Sede di Riccione, che ha voluto sottolineare come “l’impegno dei Volontari nei diversi servizi dedicati ai Pazienti oncologici, come il servizio di accompagnamento gratuito dei pazienti presso i luoghi di cura per le terapie ed il lavoro che l’Istituto Oncologico Romagnolo porta avanti da anni nel supportare le nostre oncologie attraverso l’acquisto di strumenti scientifici sempre più moderni e all’avanguardia nella diagnosi e nella cura, non sarebbero mai potuti essere possibili senza l’impegno e la sensibilità di tutta la popolazione romagnola”. La commedia ha permesso allo Ior di ricavare un contributo di quasi 1500 euro, che saranno investiti per supportare le attività di ricerca, assistenza ai Pazienti oncologici sul nostro territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento