menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dalla tempesta alla quiete: si ubriacano, litigano e distruggono casa. Poi fanno pace

Una coppia di turisti olandesi di 21 e 22 anni, alterati dall'alcol, a seguito di un litigio, scaturito da futili motivi, hanno cominciato a lanciare suppellettili, soprammobili e parte del mobilio

Alzano troppo il gomito e si rendono protagonisti di una notte brava. I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Rimini sono intervenuti in un residence in via Carducci, dove una coppia di turisti olandesi di 21 e 22 anni, alterati dall'abuso di alcol, a seguito di un litigio nato da futili motivi, hanno cominciato a lanciare suppellettili, soprammobili e parte del mobilio. I militari sono riusciti a placare gli animi dei due riappacificandosi.

Sempre nella notte i militari, su richiesta del proprietario di una barca ormeggiata in via destra del Porto, sono intervenuti per allontanare una persona che era salita abusivamente sul ponte del natante e stava smaltendo la sbornia. Era una 42enne russa, attualmente senza fissa dimora in Italia. Nonostante facesse fatica a camminare, ha rifiutato l’intervento di una autombulanza sul posto e si è allontanata a piedi. Il proprietario della barca si è riservato di presentare querela contro la donna.

Giovedì mattina, invece, i Carabinieri di Bellaria Igea Marina hanno sanzionato amministrativamente, per ubriachezza molesta, un romeno di 38 anni. L’uomo dopo aver abusato di bevande alcoliche di mattina stava infastidendo in via Mar Jonio un impiegato delle poste che stava facendo il suo regolare servizio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento