menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In circa un decennio quadruplicato il numero di stranieri

Sono 332.070 gli abitanti nel riminese. E' quanto emerge dal "VII° report dell'Osservatorio provinciale sulle famiglie - la famiglia che cambia, i modelli nella provincia di Rimini"

Sono 332.070 gli abitanti nel riminese. E' quanto emerge dal “VII° report dell’Osservatorio provinciale sulle famiglie – la famiglia che cambia, i modelli nella provincia di Rimini”. Le famiglie con figli sono 62.316 e rappresentano il 44,1% delle famiglie totali. Quelle con figli minorenni rappresentano invece il 23,2% delle famiglie totali ed il 52,7% delle famiglie con figli. Attualmente i giovani tra i 25 e i 34 anni sono circa 37 mila.

Circa il 39,9% vive ancora nella famiglia di origine con i genitori. Nel 93% dei casi sono celibi/nubili, mentre un 6,8% risulta coniugato e solo lo 0,2% separato/divorziato. Nel corso del 2011 almeno 13.500 persone, tra i residenti nel territorio provinciale, sono stati protagonisti di un cambio di stato o di una transizione demografica. Circa 2.900 giovani sono diventati maggiorenni (come registrato nel 2009), mentre in 4.130 sono entrati nell’età “anziana” (+ 700 rispetto al 2009)

2.999 bambini sono diventati nuovi residenti per nascita (3mila nel 2009). Sono invece 3.500 le persone che hanno cambiato il proprio stato civile. Sono Circa 1.700 persone passate dallo stato di celibe/nubile a quello di coniugato/a : un contribuito alla crescita del numero delle famiglie (sono state circa 2.300 nel 2009). Oltre 1.200 persone (73% femmine e 27% maschi) sono passate dallo stato di coniugato/a a quello di vedovo/a (nell’82% dei casi sono persone ultra65enni) (erano oltre 1.100 nel 2009).

Oltre 511 persone (53% femmine e 47% maschi) sono passate dallo stato di coniugato/a a divorziato/a, nel 68,5% dei casi avevano un età compresa tra i 30-50 anni (superavano le 600 unità nel 2009). Dal report emerge che la crescita delle famiglie è avvenuta più rapidamente rispetto a quella della popolazione residente: in 60 anni (dal 1951 ad oggi) il numero delle famiglie si è quasi quadruplicato mentre i residenti sono poco più che raddoppiati.

Il fenomeno dovuto alla nascita di nuove famiglie sempre più piccole. La dimensione media si è quasi dimezzata negli anni: dai 4,19 componenti del 1951 agli attuali 2,34. In parallelo a questi fenomeni si assiste alla crescita del numero delle famiglie unipersonali 33,3% del totale contro il 14,9% del 1981, a scapito delle famiglie di maggiori dimensioni.

Casteldelci con 2,14 componenti è il comune con i nuclei familiari mediamente più piccoli (seguito da Riccione con 2,10). Poggio Berni con 2,66 componenti, seguito da Verucchio (2,62) risulta essere il comune con una dimensione media familiare più grande tra i comuni della provincia. Gli abitanti dei comuni dell'Alta Valmarecchia sono 7.580, quelli dell'Unione dei Comuni della Valconca 11.593, mentre quelli dei Comuni della Valmarecchia 13.232. Il distretto nord di Rimini vede la presenza di 92.919 persone, mentre quello sud è popolato da 48.365 abitanti.

Per quanto concerne i matrimoni, cresce la percentuale di quelli celebrati tra italiani e stranieri (in particolare marito italiano e moglie straniera) che negli anni passa dall’1,3% dei matrimoni celebrati fino al 2000 all’attuale 2,7% dei matrimoni contabilizzati fino al 2011. Nell’anno 2011 i matrimoni tra italiani e stranieri rappresentano il 17% dei matrimoni celebrati. Nel corso del tempo l’età (media) al matrimonio cresce di 13,5 anni per le donne (da 20,7 a 34,2) e di 14,2 per gli uomini (da 23,3 a 37,5). Il divario tra i due sessi si è ulteriormente divaricato da 2,6 a 3,3 anni.

Le famiglie con over 64enni sono 50.230 e rappresentano il 35,6% delle famiglie complessive, quelle con over 74enni sono 28.166 (19,9% sul totale), mentre quelle con over 79enni sono 18.087 (12,8% sul totale). Le famiglie con almeno un componente straniero residenti in provincia sono 16.455 e rappresentano l’11,6% delle famiglie complessive. In circa un decennio la popolazione straniera si è più che quadruplicata mentre il numero delle famiglie con componenti stranieri, diversamente dalla popolazione italiana, è cresciuto più lentamente, ma comunque si è più che triplicato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento