"Non è Daya la bimba con i turisti spagnoli"

Sono riprese sabato mattina le ricerche dei dispersi della Costa Concordia nel naufragio al Giglio. I palombari del Gos della Marina Militare si sono aperti un varco sul ponte 5 del relitto della nave crociera

Sono riprese sabato mattina le ricerche dei dispersi della Costa Concordia nel naufragio al Giglio. I palombari del Gos della Marina Militare si sono aperti un varco sul ponte 5 del relitto della nave crociera. Per penetrare tra le lamiere della nave hanno fatto saltare due cariche. Nella parte emersa della nave operano i vigili del fuoco con speciali telecamere a fibra ottica fornite dai corpi speciali e in grado di mostrare il contenuto di una cabina attraverso un piccolo foro.

A una settimana dalla sciagura si assottigliano di ora in ora le speranze per Williams Arlotti, 36 anni, e la figlia Dayana, appena cinque anni. La piccola che una naufraga di Terni sosteneva di avere visto insieme ad una coppia di spagnoli - spiega sulla sua pagina Facebook la cugina di Arlotti, Sabrina Ottaviani - non sarebbe lei. "Non era lei la bimba... - scrive nel post pubblicato in bacheca rispondendo ad un'amica - di questo ne sono certa come oramai sono certa che non ci sono più. Ho parlato con tutti quelli sul posto, ormai ho capito come è avvenuto il tutto... purtroppo".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento