Decoro urbano, salgono a 19 i verbali per chi non rispetta le regole

Il nuovo regolamento prescrive l’utilizzo del fronte del locale stabilendo una serie di norme e comportamenti da tenere nell’esposizione della merce

Iniziati dieci giorni fa sono proseguiti i controlli della Polizia municipale di Rimini per il rispetto del nuovo regolamento comunale per la valorizzazione dell’offerta commerciale sul territorio del comune di Rimini. Un’attività che proseguirà per tutta l’estate che ha lo scopo di migliorare la qualità urbana e il valore turistico della città contrastando tutti quegli comportamenti, specie nelle modalità di esposizione della merce all’esterno degli esercizi commerciali del Centro storico e dei viali della Marina, capaci di provocare un sentimento di degrado dei viali deputati al commercio e, in senso più ampio, a fungere da attrattore per il nostro turismo. Dopo la campagna informativa promossa dalla Polizia municipale, in questi primi giorni sono una settantina i controlli effettuati dalla speciale squadra d’agenti di Polizia municipale che uno per uno stanno controllando il rispetto delle norme stabilite.

Un’attività che accanto al momento repressivo - 19 sono stati i verbali sanzionatori emessi – ha stimolato nel mondo del commercio una maggior attenzione al rispetto delle regole nel nome di tutta la categoria. Nessun esercizio è stato sanzionato durante i controlli dell’ultimo fine settimana, lo stato degli esercizi, specie nelle zone oggetto di controllo, è tornato nella norma. Come noto il nuovo regolamento prescrive l’utilizzo del fronte del locale stabilendo una serie di norme e comportamenti da tenere nell’esposizione della merce così da evitare quelle brutture che hanno spinto e motivato l’adozione stessa del regolamento.

E’ vietata ad esempio l'esposizione della merce mediante affissione o sospensione su elementi architettonici e serramenti mobili; oppure collocare contenitori non destinati all'esposizione delle merci al pubblico a ridosso delle vetrine, che devono essere utilizzate esclusivamente per l'esposizione delle merci e per la presentazione dell'impresa e dei suoi prodotti. Oltre a ciò le nuove disposizioni regolamentano sia lo spazio di pertinenza dell’attività che le modalità di esposizione delle merci prescrivendo i comportamenti vietati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento