rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Cronaca Riccione

Deejay on Stage chiude col botto: 80 mila spettatori, 25 super ospiti, 8 mila iscritti ai corsi

Sulle note pop rock di Rkomi si è chiusa l’edizione 2022, Fiat 131 è il vincitore del contest 2022 mentre al riccionese B-Eart va il Premio Speciale Deejay On Stage

Sulle note pop rock di Rkomi si è chiusa il 24 agosto la lunga maratona di musica e sport di Deejay On Stage, una programmazione ricchissima e densa che ha fatto ancora una volta di piazzale Roma il cuore pulsante dell’estate di Riccione. 20 giorni di sport, 10 eventi musicali, 25 super ospiti, 35 partecipanti al contest, un mese di dirette radiofoniche quotidiane da Aquafàn con Radio Deejay e dalla spiaggia del Marano con radio m2o. Oltre 8.000 gli iscritti che hanno partecipato ai corsi di Play Deejay, un’esplosione di adesioni in tutte le discipline che ha confermato il successo del connubio musica e sport portando in piazza migliaia di persone attente al benessere e che prediligono uno stile di vita e di divertimento sano.

La serata finale di Deejay on stage 2022

Una piazza che dopo il tramonto ha visto passare e fermarsi a godere lo show almeno 80.000 spettatori, con una presenza media di 8.000 persone a sera (diverse quelle in cui si son dovuti chiudere gli accessi per garantire vie di fuga e sicurezza), migliaia di visi sorridenti, gusti e generazioni differenti uniti dalla voglia di fare festa insieme in totale tranquillità. Un clima di festa che ha trovato nel 14 agosto la sua sintesi esemplare, una data dove non erano previsti ospiti musicali in cui il dream team di Radio Deejay composto da Rudy Zerbi, Andrea e Michele, Gianluca Gazzoli, ha giocato con il pubblico senza “effetti speciali”, tra gag, scherzi e ironia, a riprova della forza del format. Un format unico e originale, totalmente gratuito per il pubblico, che si è ritagliato uno spazio significativo nel panorama nazionale, che si dimostra vincente nella filosofia e nelle proposte e va più che mai a segno grazie a un sinergico lavoro di squadra e al supporto dell’amministrazione comunale e di partner importanti a livello internazionale.

La sua unicità si mostra anche quando salgono sul palco gli ospiti speciali, molti dei quali non si limitano ad esibirsi ma danno vita a una partecipazione e un coinvolgimento totale del pubblico: così è stato per esempio con Malika Ayane, Francesco Gabbani, i vincitori di Amici….un’alchimia che si innesca proprio grazie alla vicinanza con la grande famiglia di Radio Deejay e con la città di Riccione. Ciliegina sulla torta della numerosa e multiforme line up di artisti la presenza di Gianni Morandi, una serata memorabile ed emozionante in cui “l’eterno ragazzo” ha ripercorso chitarra e voce le tappe della sua lunghissima carriera.

Commenta Rudy Zerbi: “È stata forse l’edizione più bella e completa da quando esiste Deejay On Stage, sia per la qualità dei ragazzi in concorso, mai così alta, sia per gli ospiti, mai così eterogenei, a coprire quella che è la realtà di Riccione, cioè un pubblico di ogni genere, di ogni target, di ogni età. La cosa più bella è stata vedere che in dieci serate completamente diverse una dall’altra c’è stata grande folla, grande affluenza, grande entusiasmo e in grande sicurezza, senza nessun tipo di problema o di incidente”. Presente alla serata anche la sindaca di Riccione Daniela Angelini: “È stata una bellissima edizione. Finalmente dopo due anni è stato bello ed emozionante vedere ogni sera la piazza gremita di persone che si sono ritrovate per ascoltare musica, senza restrizioni. Una offerta diversificata, quella proposta quest’anno da Radio Deejay che ha raccolto importanti risultati. La piazza è stata per un mese partecipata da tante persone di tutte le età, dai bambini ai “nonni”. Inoltre, un piazzale Roma sempre pieno di gente che praticava sport di giorno e poi ascoltava musica la sera è stata una scelta importante anche sul fronte del presidio alla sicurezza”.

Mercoledì sera si è chiuso anche il contest degli artisti esordienti portando sul podio il ventinovenne Fiat 131, al secolo Alfredo Bruno, che con l’inedito Caramelle, già in rotazione da oggi e per un mese sulle frequenze di Radio Deejay, ha conquistato giuria e pubblico fin dalle prime esibizioni. Una voce profonda e potente quella del cantautore calabrese che gravita tra la scena indie e quella r&b, il cui nome d’arte è ispirato all’automobile del nonno dove è iniziato il suo amore per la musica sulle note di Lucio Dalla. Al riccionese B-Eart e al suo inedito Tutti che vo’ è andato il Premio Speciale Deejay On Stage, un riconoscimento importante per il ventiduenne Riccardo Bartolini che con il suo entusiasmo e un brano decisamente divertente e orecchiabile ha fatto ballare tutta la piazza. Indiscutibilmente alto quest’anno il livello degli artisti - 500 proposte arrivate da tutta Italia, in 35 si sono esibiti sul palco – tantissimi dei quali avevano già partecipato a talent come Amici, XFactor, Sanremo Giovani e altri programmi televisivi nazionali, un’ulteriore conferma della credibilità di un concorso sempre più ambito.

Proseguono invece fino al 28 agosto le dirette radiofoniche di Radio Deejay da Aquafàn e di radio m2o dalla spiaggia del Marano, le prime condotte da Rudy Zerbi, Andrea e Michele, Gianluca Gazzoli e le seconde da Ilario, Vittoria Hyde, Davide Rizzi, Claves, Marlen, un’offerta musicale e di intrattenimento che si rivolge a target differenti e complessivamente a molti milioni di ascoltatori.

Il progetto, l’organizzazione e la realizzazione di Deejay On Stage è a cura di San Marino Performance con la direzione artistica di Radio Deejay nella figura di Linus e con il patrocinio, contributo e supporto dell’Assessorato al Turismo del Comune di Riccione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Deejay on Stage chiude col botto: 80 mila spettatori, 25 super ospiti, 8 mila iscritti ai corsi

RiminiToday è in caricamento