rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Marina Centro / Lungomare Claudio Tintori

Degrado nella zona del porto, blitz nel delfinario abbandonato

Trovati all'interno delle mura una ragazza italiana, due polacchi e tre tunisini che avevano realizzato dei giacigli di fortuna

E' scattato all'alba di mercoledì, sul lungomare Tintori, il blitz dei carabinieri che hanno passato al setaccio la struttura abbandonata dell'ex delfinario di Rimini. I controlli sono arrivati dopo che, nei giorni scorsi, era stato segnalato uno strano via vai di sbandati all'interno dell'edificio attualmente sottoposto al sequestro preventivo per il fallimento della società proprietaria. I carabinieri hanno pizzicato una ragazza italiana, due polacchi e tre tunisini che, dopo aver bucato una porta precedentemente murata, avevano realizzato un dormitorio di fortuna in una delle stanze. In uno stato d'igene più che precario, inoltre, sono stati scoperti diversi giacigli realizzati usando vecchi arredi recuperati verosimilmente dai cassonetti della spazzatura. Al termine delle operazioni di bonifica, sono stati ripristinati gli sbarramenti in cemento di porte e finestre mentre, i 6 occupanti, sono stati denunciati a piede libero per invasione di edifici. Per uno dei nordafricani, inoltre, si è aggiunta la denuncia anche per inosservanza all’ordine del Questore di lasciare lo Stato italiano.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado nella zona del porto, blitz nel delfinario abbandonato

RiminiToday è in caricamento