Degrado nella zona mare, clochard accampati davanti alle saracinesche dei negozi

Gli operatori della zona esasperati: "Siamo abbandonati a noi stessi, questa non è una bella immagine per Rimini alla vigilia di una fiera come il Sigep"

Aspettano il tramonto del sole e poi, sparse le loro povere cose a terra, approfittano degli spazi lasciati vuoti dai negozi estivi per trascorrere la notte all'addiaccio. Sono una decina i senza tetto che, negli ultimi giorni, hanno scelto viale regina Elena per bivaccare in mezzo alla strada tra i mugugni di chi, nella zona, ha la propria attività commerciale aperta tutto l'anno. "Non è un bel segnale per Rimini - spiegano residenti e imprenditori - e soprattutto per la zona mare alla vigilia di una fiera importante come il Sigep durante la quale, vista l'altissima affluenza di persone da tutta Italia e dal mondo, la città dovrebbe essere tirata a lucido". Chi abita nella zona, inoltre, segnala che al mattino non è difficile trovare escrementi dappertutto. "I giardinetti sul lungomare diventano un 'campo minato' e la puzza di feci e orina arriva fino al primo piano. E' uno schifo e, alla sera, diventa particolarmente pericoloso avventurarsi fuori casa dove incontrare persone ubriache che bivaccano a terra è, oramai, la regola".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

Torna su
RiminiToday è in caricamento