Detenuti a servizio della città: si occuperanno della cura del decoro urbano

“E’ evidente come questo progetto sia significativo sotto molteplici punti di vista – sottolinea il vicesindaco e assessore al Welfare Gloria Lisi – Da una parte favoriamo il percorso rieducativo dei detenuti

L’opera, il tempo e le capacità delle persone detenute in carcere messe al servizio della collettività. Un modo per ‘restituire il debito’ con la città e allo stesso tempo promuovere e favorire la rieducazione di chi sta scontando una pena. E’ questo il senso della convenzione tra il Comune e la casa circondariale di Rimini approvata martedì dalla Giunta comunale e che prevede il coinvolgimento di alcuni detenuti in attività di pubblica utilità, in particolare la cura e manutenzione del patrimonio pubblico, a partire dalla rimozione dei graffiti e delle scritte che deturpano gli immobili pubblici e privati della città. Questo è solo il primo atto del percorso amministrativo che porterà tra qualche giorno alla firma dell’accordo tra Comune e Casa Circondariale e alla definizione nei dettagli dei progetti nei quali saranno coinvolti i detenuti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E’ evidente come questo progetto sia significativo sotto molteplici punti di vista – sottolinea il vicesindaco e assessore al Welfare Gloria Lisi – Da una parte favoriamo il percorso rieducativo dei detenuti, dandogli l’opportunità di mettersi al servizio della comunità, prendendosi cura di beni che sono di tutti.  Allo stesso tempo i detenuti avranno modo di fare esperienze che potrebbero essergli utili in un secondo momento, quando potranno lasciare la casa circondariale e dovranno provare a reinserirsi nella società e nel mondo del lavoro. Abbiamo già più volte sottolineato come la realtà dei detenuti, dei cittadini che vivono l’esperienza del carcere, deve essere  presente in maniera sempre più importante nelle politiche dell’Amministrazione. Questo è un ulteriore passo avanti per mettere a contatto la città con il mondo del carcere, troppo spesso ritenuto marginale, ma che invece rappresenta un’importante realtà del nostro territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento