Il consigliere Marco Volpe è il Paperone del Consiglio Comunale di Riccione

Il politico del Pdl, con i suoi 102.774 euro, il più ricco amministratore della Perla Verde. Seguono il capogruppo del Pd, Mauro Villa, con 96.423 euro e Stelio Bossoli con 66.455 euro. Chiude l'elenco Andrea Usai che, per il 2012, non ha dichiarato nulla

E' il consigliere comunale del Pdl, Marco Volpe, il più ricco esponente politico a sedere nel Consiglio Comunale di Riccione. Questo quello che emerge dalle dichiarazioni dei redditi degli amministratori comunali pubblicati sul sito del Comune. Volpe, nel 2012, ha dichiarato un reddito di 102.774 euro e risulta essere azionista del Credito Valtellinese e avere la proprietà di Una Ford Fusion (2008), una Fiat Punto (2000), un'Aprilia Sport City (2006) e la comproprietà di una Mercedes Classe A (2011). Al secondo posto si è piazzato Mauro Villa, capogruppo del Pd, con una dichiarazione da 96.423 euro alla quale si aggiunge la comproprietà al 50% di un fabbricato di 90 metri quadri a Riccione dato in comodato d'uso gratuito oltre alla proprietà di una Ford Ka (2009). Villa, inoltre, ricopre anche la carica di presidente del consiglio di amministrazione della Imaging System Service di Vimercate. Sul gradino più basso del podio è salito il consigliere Stelio Bossoli, che ha dichiarato 66.455 euro oltre alla proprietà di un albergo e la proprietà al 50% e a 1/3 di altre due strutture ricettive tutte a Riccione. Il patrimonio immobiliare di Bossoli comprende anche un'abitazione di proprietà da 170 metri quadri e una seconda casa, a 1/3, da 70 metri quadri. Il parco mezzi del consigliere comprende un Suzuky 380 del 1975, un Yamaha 500 (2003), un suv Bmw da 3000 cc (2004) e una Volkswagen da 2000 cc (2011).

Il sindaco, Massimo Pironi, ha invece dichiarato 40.864 euro oltre alla comproprietà di 4 fabbricati (2 a Riccione e 2 a Sassofeltrio), possiede un'Alfa 156 del 2000 e uno scooter Honda 250 del 1999 oltre a vari pacchetti azionari per un valore di 8908,81 euro. La compagine degli assessori vede, al primo posto con 45.585 euro Lanfranco Francolini seguito da Simone Gobbi (43.087,49 euro) e Enrico Ghini (42.741 euro) mentre, il più povero, risulta essere Federica Torcolacci con 16.811,13. Fanalino di coda di tutto il consiglio comunale è il consigliere Andrea Usai che, nel 2012, non ha dichiarato nulla. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Coronavirus, nuovo decreto fino al 5 marzo: divieto di ricevere più di due persone in casa

Torna su
RiminiToday è in caricamento