Difesa della costa, proseguono i lavori alle scogliere di Rimini nord

Un intervento dal costo di 600 mila euro che si articolerà in due fasi, senza entrare in contrasto con l’attività balneare

Proseguono a pieno ritmo i lavori mirati alla difesa della costa e della balneazione della zona nord e che prevedono il risanamento ambientale del tratto di costa tra la fossa Sortie e la foce del deviatore Marecchia. Un intervento dal costo di 600 mila euro che si articolerà in due fasi, senza entrare in contrasto con l’attività balneare. Attraverso l’abbassamento e l’allargamento delle scogliere si mira ad un complessivo miglioramento delle condizioni ambientali, aumentando la profondità dei fondali e diminuendo il deposito dei materiali limosi, a  partire dalla fossa Sortie verso la foce del deviatore Marecchia per le prime 8 scogliere emerse. La presenza delle scogliere emerse induce la sedimentazione di materiale fine rendendo la spiaggia meno fruibile dal punto di vista turistico sia per la presenza di limi sul fondo sia per la mancanza di “zone d’acqua” sicure e disponibili per la balneazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oltre al miglioramento delle condizioni ambientali, l’intervento garantirà una  balneazione più sicura: la condizione attuale infatti presenta un dislivello repentino, passando dalle poche decine di centimetri di profondità della spiaggia sommersa ai 2-3 metri di profondità in vicinanza dei varchi tra le scogliere. “Altro aspetto non secondario – sottolinea l’assessore ai lavori pubblici e al Demanio Roberto Biagini – è che l’altezza attuale delle scogliere aveva un impatto visivo notevole. Con l’abbassamento ci si potrà riappropriare anche della vista del mare”. Attualmente è in corso la prima fase dei lavori, quella che riguarda l’abbassamento vero e proprio delle otto scogliere e che si completerà prima dell’avvio dell’attività balneare. La seconda fase del progetto prevede la posa di pietre e massi per completare l’allargamento delle scogliere e avverrà al termine della stagione balneare.  “Dopo l’estate – prosegue l’assessore – sulla base dei risultati ottenuti valuteremo eventuali ulteriori accorgimenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento