Differenziata, Rimini in testa per la raccolta di carta e cartone

Anche in piena estate, la raccolta differenziata nella provincia di Rimini si attesta su livelli molto alti: è la migliore in Emilia-Romagna. Sul territorio è quasi raddoppiata, passando dal 27,8% del 2006 al 57%

Anche in piena estate, la raccolta differenziata nella provincia di Rimini si attesta su livelli molto alti. Secondo le rilevazioni svolte da Hera, negli ultimi 5 anni la raccolta differenziata, sul territorio è quasi raddoppiata, passando dal 27,8% del 2006 al 57% dei primi 8 mesi del 2011, a fronte di una media nei comuni capoluogo italiani pari al 30% nel 2009 (fonte Legambiente). Per quanto riguarda le singole frazioni, confrontando i dati rilevati nel solo mese di agosto 2011 con lo stesso periodo del 2010, si evidenzia un’importante crescita nei conferimenti di tutte le matrici

Crescita in particolare nella raccolta dell’organico (+31%), di plastica e lattine (+26%), di vetro (+9%) e di carta e cartone (+7%).
Parallelamente, calano sensibilmente i conferimenti di rifiuto indifferenziato, che segnano un -11%.
 
Ma il gradino più alto del podio spetta alla provincia di Rimini per la raccolta differenziata di carta e cartone, con 131 kg per abitante raccolti nel 2010, a fronte di una media nazionale che si attesta a 52,2 kg/abitante-anno. Il dato, registrato da Comieco nel 16° Rapporto sulla Raccolta Differenziata di Carta e Cartone, assegna alla provincia di Rimini il 1° posto in regione per i quantitativi raccolti e avviati a recupero. Un dato assolutamente in crescita. Basti pensare che nel 2009 la provincia di Rimini si era aggiudicata “solo” il 2° posto in regione con un quantitativo per abitante pari a 107,5 kg. Circa 24 kg per abitante in più che in un anno hanno fatto conquistare a Rimini l’indiscusso primato di provincia più virtuosa.
Sul podio anche Forlì, con oltre 123 kg/ab, e Piacenza, con 117 kg7ab. Seguono Ravenna, Reggio Emilia, Parma, Modena, Bologna e Ferrara.
 
Come si specificato nel rapporto di Comieco, in Italia nel 2010 la raccolta pro-capite di carta a cartone si attesta a 52,2 kg/abitante-anno. Nel 2009 il dato forniva un valore di 51,1. Un chilogrammo aggiuntivo significa che ogni italiano ha contribuito aggiungendo alla propria raccolta, a titolo di esempio, 2 scatole di cartoncino, 1 giornale, 1 scatolone di cartone, 1 portauova e 3 sacchetti di carta, che prima invece conferiva genericamente nei rifiuti indifferenziati.
 
Risultati importanti, che premiano sia l’impegno profuso dai cittadini sia la qualità dei servizi gestiti da Hera, in collaborazione con le amministrazioni locali e l’Ato. Per la provincia di Rimini si parla, ad esempio, del progetto di conferimento elettronico del rifiuto indifferenziato e dei servizi stagionali a domicilio per la raccolta differenziata.
In particolare Hera ha attivato nel periodo estivo uno specifico servizio per dare la possibilità anche a stabilimenti balneari ed attività turistiche di adottare corrette norme comportamentali in un’ottica di recupero delle risorse.  
Modalità e servizi che Hera mette a disposizione di cittadini e turisti e che, come confermano i dati, stanno dando ottimi frutti.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento