rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Digitalizzazione, il Comune di Rimini rinnova la convenzione con Tribunale e Procura

“Un accordo a costo zero – commenta Gloria Lisi, vicesindaco con delega alla protezione sociale del Comune di Rimini – ma di grande ricchezza per le Amministrazioni e la comunità riminese"

Contribuire al miglioramento dell'attività giudiziaria locale e, più in generale, alla sicurezza della collettività. Queste le finalità del rinnovo per i prossimi tre anni del“Protocollo d'intesa tra Comune di Rimini, Tribunale di Rimini e Procura della Repubblica” approvato nel corso dell'ultima seduta dalla Giunta del Comune di Rimini. Nello specifico si tratta di consolidare un rapporto di collaborazione nello svolgimento di alcune attività tecniche come la digitalizzazione degli atti  o l'informatizzazione dei procedimenti giudiziari, con l'obiettivo di migliorare l'attendibilità delle banche dati e favorire l'interscambio delle informazioni e delle certificazioni in modalità telematica tra Pubbliche Amministrazioni, imprese e cittadini.

Grazie al rinnovo del protocollo, il Comune di Rimini potrà mettere a disposizione degli Uffici Giudiziari volontari, studenti in tirocinio o lavoratori di pubblica autorità che, a titolo gratuito, siano in grado di svolgere attività generiche, che non richiedano per essere svolta particolari competenze o qualifiche. I volontari dovranno rientrare in  alcuni progetti già avviati dall'amministrazione comunale, come quelli dei “Ci.Vi.Vo - Civico.Vicino.Volontario”, nato per sviluppare all’interno della comunità nuove forme di solidarietà, aiuto e partecipazione alla gestione della cosa pubblica, oppure a quello per studenti che abbiano richiesto di effettuare stage formativi, a titolo gratuito, presso l'Amministrazione Comunale di Rimini, fino ai lavoratori di Pubblica Utilità autorizzati a prestare servizio presso il Comune di Rimini in base alla convenzione stipulata con il Tribunale di Rimini.

I volontari individuati nell'ambito del progetto Ci.vi.vo - Civico.Vicino.Volontario (13 quelli che hanno prestato volontariamente la loro opera grazie alla passata convenzione) e tra i lavoratori di pubblica utilità saranno assicurati con le modalità già stabilite dai singoli progetti. Gli studenti saranno assicurati dalla scuola o dall'ente formativo che ha proposto lo stage. “Un accordo a costo zero – commenta Gloria Lisi, vicesindaco con delega alla protezione sociale del Comune di Rimini – ma di grande ricchezza per le Amministrazioni e la comunità riminese. Un modo virtuoso di collaborare che permetterà di snellire, integrare e velocizzare le rispettive burocrazie. Si tratta dell'ennesimo frutto di una collaborazione proficua; solo pochi giorni fa in Tribunale abbiamo presentato lo sportello per l'amministratore di sostegno, un altro ambito dove Comune e Tribunale si sono accordati scambiando personale, competenze e servizi. L'obiettivo principale di queste collaborazioni è continuare ad offrire od implementare, anche in anni di carenze di risorse, i medesimi servizi di assistenza e tutela per i cittadini del territorio riminese, con un occhio particolare alla sburocratizzazione e alla velocizzazione delle rispettive pratiche”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Digitalizzazione, il Comune di Rimini rinnova la convenzione con Tribunale e Procura

RiminiToday è in caricamento