Dimentica le chiavi di casa e inventa una fuga di gas per farsi aprire dai Carabinieri

Chiamata allarmante domenica sera al“112” del pronto intervento del Comando Provinciale Carabinieri di Rimini: un giovane disperato, noto tossicodipendente, riferiva di essere rimasto fuori dalla propria abitazione, in via Destra del Porto, dove aveva lasciato aperto il gas per cucinare

Chiamata allarmante domenica sera al“112” del pronto intervento del Comando Provinciale Carabinieri di Rimini: un giovane disperato, noto tossicodipendente,  riferiva di essere rimasto fuori dalla propria abitazione, in via Destra del Porto,  dove aveva lasciato aperto il gas per cucinare. Immediatamente è arrivata una pattuglia del Nucleo Radiomobile che, per precauzione,  ha avvisato l’intero condominio, allertando anche i Vigili del Fuoco per le incombenze di competenza.

A seguito dell’apertura della porta i militari hanno accertato invece che al giovane, a causa del dissesto economico, da tempo era stata interrotta la fornitura del gas, quindi lo scherzo gli è costata una denuncia alla locale procura della Repubblica di Rimini per procurato allarme alle Autorità. I Carabinieri hanno appurato che si era inventato la storia del gas perché aveva dimenticato le chiavi a casa e non aveva il denaro per chiamare un fabbro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento