Diritto allo studio: oltre un milione di euro per aiutare i portatori di handicap

Le risorse dettagliate per ogni istituto scolastico sono il frutto del lavoro dei tavoli tecnici composti dai tecnici del Comune di Rimini, dai dirigenti scolastici, dai professionisti dell' Ausl e dai rappresentanti delle ditte deputate a prestare il servizio educativo

Più di un milione e duecentomila euro; a tanto ammontano le risorse inserite all'interno del “Piano per l'integrazione degli alunni portatori di handicap frequentanti le scuole infanzia, primarie e secondarie inferiori del Comune di Rimini per l'anno scolastico 2014/2015”, recentemente approvato dalla Giunta del Comune di Rimini. Un impegno economico consistente che va ad aumentare del 25% quello sostenuto solamente un anno fa. Si tratta in particolare delle risorse attraverso cui il Comune di Rimini si fa carico della fornitura degli ausili didattici e del servizio per gli operatori educativi-assistenziali a supporto di alunni con handicap o situazioni di svantaggio per le scuole statali e paritarie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le risorse dettagliate per ogni istituto scolastico sono il frutto del lavoro dei tavoli tecnici composti dai tecnici del Comune di Rimini, dai dirigenti scolastici, dai professionisti dell' Ausl e dai rappresentanti delle ditte deputate a prestare il servizio educativo. “Si tratta di un impegno economico consistente – sottolinea Gloria Lisi, Vice Sindaco con delega ai servizi educativi del Comune di Rimini – per il Comune di Rimini. Risorse che con prioritaria decisione e convinzione, nonostante le note difficoltà del contesto economico in cui si trovano gli enti locali, abbiamo voluto destinare non solo per mantenere, ma per potenziare i servizi fondamentali per il diritto allo studio da parte di tutti, aumentandone ulteriormente la qualità. Una scelta voluta e consapevole per una città aperta e inclusiva che dimostra nel concreto come il welfare rappresenti per la nostra amministrazione un ambito di intervento prioritario tanto da dedicargli risorse che, complessivamente, si aggirano intorno al 40% dell'intero bilancio comunale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento