Disabilità: avviato un progetto per il tempo libero pomeridiano

Per realizzarlo, il Comune di Rimini ha deciso di chiedere la collaborazione del terzo settore, coinvolgendo le reti di volontariato per la co-progettazione delle attività

Animazione, laboratori ma anche attività espressive e gite insieme a coetanei, per valorizzare e arrichire il tempo libero pomeridiano. Questi alcuni dei principali obiettivi del progetto “Tempo libero disabili”, finanziato attraverso il Piano per la non autosufficienza del Distretto di Rimini nord. Per realizzarlo, il Comune di Rimini ha deciso di chiedere la collaborazione del terzo settore, coinvolgendo le reti di volontariato per la co-progettazione delle attività, attraverso un'istruttoria pubblica delle singole attività che sarà pubblicata sul sito istituzionale. La durata prevista del progetto è di 12 mesi e le attività dovranno svolgersi indicativamente in una fascia oraria tra le 16 e le 18. Una volta individuati i soggetti che hanno presentato l'offerta ritenuta migliore, verrà sottoscritto un vero e proprio patto di sussidiarietà che specificherà i relativi impegni e compiti del Comune e delle associazioni individuate. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento