Cronaca Riccione

Discoteche, il Comune di Riccione: "Necessario riaprirle, senza non c'è turismo"

La Perla Verde non vuole rinunciare all'intrattenimento notturno senza il quale "l'offerta turistica italiana, e quindi anche quella della Romagna e di Riccione, è incompleta"

Serve una data di inizio e di apertura dei locali, "avere la certezza che la prima settimana di luglio di possa iniziare a programmare l'intrattenimento". Il Comune di Riccione non vuole certo rinunciare all'intrattenimento senza il quale "l'offerta turistica italiana, e quindi anche quella della Romagna e di Riccione, è incompleta". L'assessore al Turismo, Stefano Caldari, ospite questa mattina al Samsara Beach per la quarta giornata degli Stati generali "Mondo Lavoro Cultura e Spettacolo, sottolinea che "nel mondo della notte, o intrattenimento serale, le cose si sono evolute. Ci sono imprenditori seri che sanno lavorare in squadra", come fa il Consorzio dell'intrattenimento della Perla Verde, il primo in Regione e in Italia. Per il Comune, aggiunge, "fare buona impresa fa bene alla città, fa bene alla comunità e quindi saremo sempre dalla parte dei volenterosi, degli imprenditori che si rimboccano le maniche che danno alla città lustro e l'attenzione come è giusto che sia". La giunta, conclude, ha creato "un dialogo con chi fa impresa nel settore dell'intrattenimento basato su poche regole, ma regole certe" e gli imprenditori "devono poter avere fiducia nel futuro e nelle istituzioni, collaborando tra loro e con gli enti pubblici. Questo è il metodo che abbiamo sperimentato a Riccione e che ha dato frutti di qualità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discoteche, il Comune di Riccione: "Necessario riaprirle, senza non c'è turismo"

RiminiToday è in caricamento