rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Cronaca Riccione

Il principe Maurice ci crede. “I giovani vogliono nuove vibrazioni. E’ l’anno zero, notti ispirate agli Anni 90”

Il principe Maurice è tornato per Halloween al Cocoricò. E ci sarà per nuove date nel 2023. "I giovani non li hanno vissuti, oggi hanno l'occasione per rimodellare gli Anni 90 in libertà e a loro piacimento"

Ora che quei magnifici Anni 90 diventeranno anche un film, con il documentario Cocoricò Tapes, il panorama sembra in rapido mutamento. Ne è convinto Maurizio Agosti. Il principe. Al secolo, il principe Maurice. “Il Covid ha segnato uno spartiacque, è come se il 2021 fosse stato un anno zero e ora tra le nuove generazioni qualcosa sta cambiando. Basta stereotipi, vedo ragazzi che vogliono umanità e vibrazioni”. Il performer d’eccellenza del Cocoricò, mente e anima di quel teatro notturno diventato simbolo nel mondo a inizio Anni 90, spiega che dopo i passaggi a vuoto degli anni Duemila l’inversione di tendenza ci sarà. Il popolo della notte tornerà. “Ma se a vincere sarà l’originalità”. E con gli sballi, come la mettiamo? “Quelli ci sono sempre stati, ma è una goccia nel mare, e c’è bisogno di trasmettere nuovi messaggi. Tornare a quel modo di divertirsi degli anni ’90”.

Come? Indietro, nel tempo, non si torna. Cambiano le mode. Le tendenze. Le generazioni. “Ma chi è giovane oggi non le ha vissute – dice il principe -, e ha l’occasione di rimodellarle a suo piacimento”. I giovani e anche i non giovanissimi torneranno in discoteca. “Sono reduce da un ritorno al Cocoricò per Halloween e si è tornati a respirare quel clima – racconta Maurizio Agosti -, i feedback sono buoni, mi raccontano di sale che tornano a riempirsi un po’ ovunque. Basta non ricommettere gli errori del recente passato”. Ovvero? “Ovvero i proprietari dei locali devono affidarsi e credere sulla figura del direttore artistico, il contenitore va animato. Non basta mettere il nome di un dj blasonato e affidarsi ai Pr che vogliono dominare la scena. Sei premiato se ti identifichi, se trasmetti un’identità, dei messaggi”.  

Dopo Halloween, il principe Maurice tornerà ancora al Cocoricò. Lo farà ad aprile del 2023, senza svelare la data che resta top secret. Nel frattempo c’è stata anche la notte della Beach Arena, dove quest’estate il principe si è calato sul palco vestito da angelo bianco, un abito disegnato appositamente per l’occasione dalla moglie. “C’erano timori alla vigilia – racconta Agosti -, che la performance su quel grande palco si sarebbe persa, invece l’immagine ha funzionato. E’ stata un’edizione del Memorabilia unica nel suo genere: mi ha emozionato”.

Mentre la notte vuole tornare a riprendersi i suoi lati eccellenti, ora ci sarà spazio anche per il documentario. Dove il principe Maurice tornerà a comparire in una serie di immagini inedite. Contenuti dagli anni ’90 che riportano, in un viaggio del tempo, direttamente dentro la Piramide del Cocoricò. Le immagini vengono accompagnate da materiale d’archivio e interviste, datate e nuove, ai protagonisti di quella stagione. In Cocoricò Tapes sono Loris Riccardi, storico Art Director della discoteca, il direttore Renzo Palmieri, i Pr Silvia Minguzzi e Giuseppe Moratti e il Principe Maurice, il performer per eccellenza, a raccontare le notti che hanno segnato un decennio e cambiato la storia del clubbing mondiale.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il principe Maurice ci crede. “I giovani vogliono nuove vibrazioni. E’ l’anno zero, notti ispirate agli Anni 90”

RiminiToday è in caricamento