menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disposta l'autopsia sul corpo del baby calciatore deceduto a 9 anni

Il pubblico ministero ha richiesto l'accertamento per individuare le cause dell'improvviso arresto cardiaco

Sarà l'autopsia, disposta dal pubblico ministero di turno, a far luce sulle cause dell'improvviso decesso di Lorenzo V. il baby calciatore di 9 anni improvvisamente deceduto durante un allenamento nella serata di martedì. L'esame è stato fissato per sabato prossimo e, il medico legale, dovrà chiarire i motivi che hanno scatenato la crisi fatale nel ragazzino che pare non avesse mai avuto problemi cardiaci e aveva superato tranquillamente la visita medica per l'idoneità sportiva. Il dramma si era consumato nella serata di martedì quando Lorenzo, insieme ad altri compagni di squadra, stava effettuando l'allenamento nei limiti previsti dalle normative anti-covid. All'improvviso ha accusato un malore e si è accasciato a terra soccorso da uno degli allenatori, che ha iniziato le manovre di primo soccorso, mentre è stato dato l'allarme al 118. In attesa dell'arrivo dei mezzi di soccorso, il mister è andato avanti col massaggio cardiaco poi continuato dai sanitari arrivati con ambulanza e auto medicalizzata ma nonostante tutti gli sforzi il cuore del ragazzino non è ripartito e il medico si è dovuto arrendere dichiarandone il decesso. Una tragedia che ha sconvolto l'intera comunità di Villa Verucchio dove, la famiglia del piccolo Lorenzo è molto conosciuta, e il sindaco Stefania Sabba ha già annunciato il lutto cittadino in occasione dei funerali che si terranno a data da destinarsi dopo l'autopsia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento