Vuole aprire conto corrente con documenti falsi, denunciato

Voleva aprire un conto all’Ufficio Postale con documenti contraffatti. Un napoletano di 36 anni, residente a Cattolica, è stato denunciato dagli agenti della Polizia Postale di Rimini

Voleva aprire un conto all’Ufficio Postale con documenti contraffatti. Un napoletano di 36 anni, residente a Cattolica, è stato denunciato dagli agenti della Polizia Postale di Rimini con l’accusa di atto falso, possesso e fabbricazione di documenti falsi. A chiedere l’intervento delle forze dell’ordine è stata un’impiegata che si è insospettita dal timbro anomalo presente nel documento. Gli agenti, subito giunti sul posto, hanno fermato l’uomo mentre era ancora nell’ufficio.

Nel portafogli aveva anche una tessera sanitaria ed una patente, entrambi contraffatti. Secondo quanto accertato dalla Polizia, il campano aveva già truffato altri istituti bancari. Con se aveva contratti di attivazione di prestiti, libretti di assegni, carte di credito e bancomat. Il tutto ottenuto grazie ai documenti falsi, posti sotto sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento