Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Domeniche ecologiche, a Rimini scatta lo stop ai veicoli più inquinanti

In calendario il 2 ottobre, 6 novembre, 8 gennaio, 5 febbraio e 5 marzo, con la consueta sospensione nel periodo dal 1° dicembre al 6 gennaio

Scattano domenica 2 ottobre con la prima ‘domenica ecologica’ e saranno in vigore fino al 31 marzo i nuovi provvedimenti di limitazione alla circolazione dei veicoli privati nel territorio del Comune di Rimini, previsti dal Piano Aria Integrato Regionale (PAIR 2020) adottato dalla Regione Emilia-Romagna. Il Piano 2016/2017 ricalca quello applicato lo scorso anno, con un’unica differenza: quest’anno le limitazioni, che sono definite e precisate nel dettaglio da un’apposita ordinanza sindacale consultabile on line, riguarderanno anche i veicoli commerciali leggeri diesel euro 3. Nel dettaglio le limitazioni alla circolazione prevedono il blocco dei veicoli più inquinanti, dal 2 ottobre al 31 marzo dal lunedì al venerdì e nelle domeniche ecologiche, dalle ore 8.30 alle ore 18.30 per: autoveicoli e veicoli commerciali a benzina Euro 0 ed Euro 1; autoveicoli e veicoli commerciali diesel Euro 0, Euro 1,Euro 2 ed Euro 3; ciclomotori e motocicli Euro 0. Le ‘domeniche ecologiche’ sono in calendario il 2 ottobre, 6 novembre, 8 gennaio, 5 febbraio e 5 marzo, con la consueta sospensione nel periodo dal 1° dicembre al 6 gennaio.

Non cambia invece l’area interessata dalle limitazioni, che comprende tutta la zona urbana a mare della statale 16. Sarà garantito il transito nelle arterie di collegamento ai parcheggi di scambiamento (come piazzale Caduti di Cefalonia, Centro Ausa, Valturio, via Fantoni e parco Don Tonino Bello), alle strutture ospedaliere, di ricovero e cura, compreso l’intero asse mediano (la direttrice ‘Fila dritto’). Sono inoltre state individuate deroghe specifiche per alcune tipologie di veicoli e di utenti, come le famiglie con una fascia Isee inferiore a 14mila euro e i veicoli per l'accompagnamento degli alunni a scuola. Inoltre sono esclusi dai provvedimenti i mezzi che effettuano il car pooling. Il Piano prevede inoltre l’adozione di misure emergenziali per far fronte alle situazioni più critiche che saranno accertate da Arpae, ente incaricato dei controlli. In caso di  superamento del valore limite giornaliero per il PM10 per più giorni consecutivi rilevato da una stazione della rete provinciale, scatteranno provvedimenti aggiuntivi, come ulteriori limitazioni alla circolazione, la riduzione di 1 °C della temperatura negli ambienti riscaldati, divieto di utilizzo di biomasse nei caminetti aperti e potenziamento dei controlli sui veicoli.

Il testo integrale dell’ordinanza - che contiene nel dettaglio tutte le tipologie di autoveicoli ai quali si applicano le limitazioni alla circolazione, i veicoli e le categorie oggetto di deroga, nonché i tratti di strada esclusi dalle limitazioni - è consultabile sui siti internet www.comune.rimini.it, www.riminiambiente.it o www.liberiamolaria.it. Sul sito www.riminiambiente.it sono anche disponibili alcuni video che spiegano cosa prevede il Piano Aria Integrato Regionale, quali sono le fonti di inquinamento atmosferico e come ridurre l’utilizzo delle auto in città.

Anche il Comune di Riccione quest’anno sarà interessato dai provvedimenti di limitazione alla circolazione dei veicoli privati inseriti nel Piano Integrato dell’aria regionale. Le limitazioni sono inoltre previste nelle domeniche ecologiche seguenti: domenica 6 novembre 2016, domenica 8 gennaio 2017, domenica 5 febbraio 2017 e domenica 5 marzo 2017 nella stessa fascia oraria 8.30-18.30. Il provvedimento di divieto sarà sospeso nei giorni festivi di martedì 1 novembre 2016, venerdì 11 novembre 2016, giovedì 8 dicembre 2016, lunedì 26 dicembre 2016 e venerdì 6 gennaio 2017. Le aree del centro abitato in cui si applica il divieto di circolazione sono le ZTL e il Centro Storico ad esclusione di  alcune arterie stradali che consentono l’accesso  ai parcheggi scambiatori di Piazza dell’Unità, P.le Giorgio Amendola ed alle strutture di ricovero/cura e scuole. Sono infatti esclusi dal divieto di circolazione i seguenti tratti di viabilità: Corso Fratelli Cervi dall’intersezione con i Viali Derna al Viale Frosinone; Viale Diaz da Corso Fratelli Cervi all’intersezione con i Viali Minghetti e Arimondi; Viale Ceccarini da Corso Fratelli Cervi all’intersezione con i Viali Rusconi e Machiavelli.

Sono naturalmente state individuate delle speciali deroghe per determinate tipologie di veicoli e di utenze come ad esempio i veicoli di lavoratori in turno a ciclo continuo o doppio turno relativamente al percorso casa-lavoro e i veicoli diretti alle scuole per l’accompagnamento degli alunni. "Accogliamo il provvedimento regionale - spiegano dal Comune della Perla Verde - in linea con l’impegno che si è data questa Amministrazione fin dall’inizio della sua legislatura di garantire un miglioramento qualitativo della città che passa dalla salvaguardia del tessuto urbanistico e del decoro alla tutela dell’ambiente. L’Amministrazione si impegnerà a monitorare questa prima fase in via sperimentale di applicazione del provvedimento, al fine di valutarne l’efficacia reale così da garantire un’informazione costante e puntuale in termini di risultati alla città tutta. Proprio per questo il monitoraggio sarà volto a sensibilizzare e informare sull’iniziativa piuttosto che all’applicazione sanzionatoria”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domeniche ecologiche, a Rimini scatta lo stop ai veicoli più inquinanti

RiminiToday è in caricamento