rotate-mobile
Cronaca

Doping: chiesta la squalifica per 6 anni dell'ex preparatore atletico del Rimini Calcio

​L'Ufficio Procura Antidoping ha deferito Danilo Chiodi, attualmente al Cesena Calcio, sulla base degli atti trasmessi dalla Procura della Repubblica di Rimini

L'Ufficio Procura Antidoping ha deferito Danilo Chiodi sulla base degli atti trasmessi dalla Procura della Repubblica di Rimini e ne ha chiesto una squalifica di sei anni e sei mesi per la violazione degli articoli 2.8 ("somministrazione o tentata somministrazione ad un atleta durante le competizioni, di un qualsiasi metodo proibito o sostanza vietata") e 3.2 (Per essersi avvalso "della consulenza o della prestazione di soggetti inibiti") delle Norme Sportive Antidoping. Chiodi è attualmente repsonsabile dell'area della preparazione atletica del Cesena Calcio ma i fatti si riferiscono alla sua passata attività da preparatore atletico del Rimini Calcio. Il tecnico, infatti, è accusato di aver sottoposto tre calciatori a trattamenti dopanti in occasione della partita contro l'Ancona per i play out di serie B nella stagione 2008/2009.  Lo dimostrerebbero le intercettazioni delle sue telefonate al medico sportivo Vittorio Bianchi, da ieri agli arresti domiciliari con l'accusa di aver procurato farmaci dopanti a sportivi di tuta Italia. Anche Emiliano Milone, uno dei tre calciatori sottoposti a trattamento in occasione della partita che poi costò la retrocessione al Rimini, è iscritto all'albo degli indagati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Doping: chiesta la squalifica per 6 anni dell'ex preparatore atletico del Rimini Calcio

RiminiToday è in caricamento