Dopo 70 anni torna a Rimini il frammento del Tempio Malatestiano

La lastra marmorea recuperata da Luigi Varoli nella primavera del ’44 davanti alle rovine della chiesa bombardata

E’ tornato a casa a oltre 70 anni di distanza il frammento marmoreo recuperato da Luigi Varoli nella primavera del ’44 davanti alle rovine di un Tempio malatestiano distrutto dai bombardamenti. Allora nessuno stava pensando alla ricostruzione del Tempio progettato da Leon Battista Alberti e voluto da Sigismondo Malatesta, ed è così che quella pietra raccolta tra le macerie torna a Rimini con un percorso inverso da Cotignola dove Luigi Varoli è nato e vissuto. Dopo la morte di Varoli il Comune di Cotignola ricevette in lascito tutti i beni dell'artista e ora, proprio in occasione del compleanno di Sigismondo, restituisce alla Città di  Rimini quel piccolo e simbolico frammento di tempio giunto in piazza Cavour su un carretto trainato dall’asinello Serena con un viaggio simile a quello con cui era arrivato a Cotignola. A riceverlo assieme a un rappresentante della diocesi riminese l’assessore alle Arti Massimo Pulini. La ricostruzione dell'evento è stata realizzata in collaborazione con l'associazione Zeinta di Borg.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento