Cronaca Cattolica

Dopo l'incendio nel cantiere navale via libera al rientro al lavoro dei dipendenti della Ferretti

Ad annunciarlo il Segretario Generale della FILLEA CGIL Renzo Crociati: "Il Comune di Cattolica ha dato il via libera alla riapertura del capannone meno coinvolto dalle fiamme"

Buone notizie per i dipendenti del cantiere della Ferretti Yacht di Catolica coinvolto, lo scorso 11 gennaio, in un incendio di vaste proprozioni che ha mandato in cenere un motoscafo da 10 milioni di euro. Come spiega il segretario Generale della FILLEA CGIL, Renzo Crociati, al termine dell'incontro che si è tenuto il 28 gennaio il Comune della Regina ha dato il via libera alla "riapertura della porzione di capannone meno coinvolta dalle fiamme". Un'autorizzazione che, per la sigla sindacale, significa che "tutti i 183 dipendenti, dalla giornata di lunedì 31 gennaio, possano ritornare in servizio". Nei giorni scorsi, infatti, l'azienda aveva annunciato di dover ricorrere alla cassa integrazione. Con la riapertura del capannone, rileva Crociati, "rientreranno i trenta lavoratori che erano stati trasferiti temporaneamente nei cantieri navali di Forlì e Mondolfo, oltre a quelli collocati in cassa integrazione per evento oggettivamente non evitabile. Tutti i sopralluoghi e le perizie che sono state fatte dagli Enti preposti, con l’obiettivo primario di salvaguardare il sito produttivo e la sicurezza dei lavoratori  non hanno riscontrato danni strutturali al cantiere. Siamo soddisfatti che questa vicenda si sia conclusa, in tempi estremamente celeri e positivamente per tutte le parti in causa".

Incendio nei cantieri della Ferretti Yachts

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo l'incendio nel cantiere navale via libera al rientro al lavoro dei dipendenti della Ferretti
RiminiToday è in caricamento