Cronaca

Dopo la decisione del Tar il Comune rientra in possesso dello stadio del baseball

I giudici hanno rigettato l'istanza di sospensione del provvedimento di risoluzione della convenzione con l'associazione sportiva Rimini Baseball

Il Comune di Rimini rientrerà in possesso dello stadio da baseball per completare i lavori di riqualificazione. Il Tar dell'Emilia-Romagna rigetta infatti l'istanza di sospensione del provvedimento di risoluzione della convenzione con l'associazione sportiva Rimini Baseball confermando l'inadempimento contrattuale. Infatti, spiega la sentenza dopo la camera di consiglio di mercoledi', "il mancato rinnovo delle polizze assicurative per un arco di tre mesi dalla scadenza ha determinato una scopertura assicurativa" e la convenzione ne esige il rinnovo entro i termini indicati: "Il ritardo è sanzionato con la risoluzione". Dunque la clausola risolutiva è stata "legittimamente azionata" dal Comune. Il Tar sottolinea inoltre che l'amministrazione ha "comunque atteso 50 giorni, senza che la parte ricorrente si sia adoperata per rimediare agli effetti della propria inerzia". Nei prossimi giorni dunque il Comune convocherà per la quarta volta l'Asd Rimini Baseball per l'immediato rilascio dell'impianto sportivo, in moda da completare più rapidamente i lavori di riqualificazione in corso all'impianto di via Monaco. Al termine, previsto entro la fine della primavera, sarà possibile riconsegnare il diamante alle società di baseball riminesi, che potranno tornare ad allenarsi e a disputare le partite di campionato nel riqualificato stadio dei Pirati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo la decisione del Tar il Comune rientra in possesso dello stadio del baseball

RiminiToday è in caricamento