menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo la separazione l'ex diventa violento, scatta il "Codice rosso" per una donna della Valmarecchia

I carabinieri della Compagnia di Novafeltria hanno arrestato un 40enne di origine kosovara con l'accusa di minacce aggravate

L'essersi trasferita in Valmarecchia dall'urbinate, per sfuggire alle violenze dell'ex compagno, non è servito a una donna di origini kosovare che è finita nel mirino dell'aggressività dell'uomo tanto da far scattare il "Codice rosso" che ha portato le manette ai polsi dello straniero. I carabinieri della Compagnia di Novafeltria, infatti, hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di un 40enne, anche lui kosovaro, con l'accusa di minaccia aggravata. Lo straniero, all'inizio dell'anno, si era separato dalla compagna ma i rapporti tra i due erano rimasti particolarmente tesi tanto che la vittima per sfuggire alla violenza dell'uomo si era trasferita in Valmarecchia dall'urbinate. Nonostante il trasloco a casa della madre, la donna ha continuato ad essere l'oggetto dell'aggressività del 40enne che in più occasioni l'ha minacciata di morte. Anche la madre e il fratello di lei hanno dovuto subìre le minacce del 40enne fino a quando hanno trovato il coraggio di rivolgersi ai carabinieri. Le indagini dei militari dell'Arma, portate avanti secondo le linee guida del protocollo anti-violenza sulle donne, hanno trovato i riscontri nel racconto della vittima e il gip ha emesso il provvedimento restrittivo nei confronti del kosovaro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento