rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Dopo il "trasloco" dalle Marche all'Emilia Romagna, il comune ha i conti in rosso e rischia il default

Lo svela il senatore Croatti: "Il Comune si trova in una situazione di grave difficoltà economica, avendo perduto importanti risorse e finanziamenti già inseriti a bilancio"

Il passaggio alla Provincia di Rimini e alla Regione Emilia Romagna sta creando non pochi problemi al piccolo comune di Montecopiolo. Che ora rischia di finire in dissesto finanziario. In altre parole l'ente rischia il default, perché non in grado di far quadrare il proprio bilancio tra entrate e uscire. A rivelare l'emergenza economica in cui versano le casse del comune è il senatore del Movimento 5 Stelle Marco Croatti: "In seguito al passaggio dalla regione Marche alla regione Emilia Romagna, avvenuta nel maggio dello scorso anno dopo una battaglia durata 14 anni, il Comune di Montecopiolo si trova in una situazione di grave difficoltà economica, avendo perduto importanti risorse e finanziamenti già inseriti nel proprio bilancio".

Si tratta di fondi che dovevano giungere da trasferimenti regionali. Ma che non arriveranno visto il cambio di regione: "In particolare i fondi di copertura del disavanzo di bilancio comunale del 2019 per un importo pari a 200.000 euro - prosegue Croatti -, risorse vitali per il Comune. Il contributo era stato stanziato a fine 2019, nel bilancio regionale 2020-2022, con imputazione per l’annualità 2022, quando il Comune di Montecopiolo apparteneva alla regione Marche. Con l’insediamento dell’attuale amministrazione regionale delle Marche, il 30 settembre 2020, e considerando il fatto che dal mese di giugno 2021 il Comune di Montecopiolo appartiene alla regione Emilia Romagna, la previsione del contributo è stata eliminata nel dicembre dello scorso anno".

Ad oggi l’Ente si trova nella necessità di dover reperire l’importo di euro 200.000 a copertura del disavanzo 2019, diversamente andrà in dissesto economico finanziario. In questa delicata fase di transizione si è creato dunque un cortocircuito che grava sui cittadini: "il venir meno di questo contributo rappresenta un enorme problema per il bilancio di Montecopiolo, piccolo comune di montagna di circa mille abitanti. Per questa ragione ho presentato una interrogazione parlamentare al ministro degli Affari regionali sollecitando un intervento del Governo. A distanza di 14 anni dal referendum del 2007 e dopo aver ottenuto l’agognato passaggio in Emilia Romagna i cittadini di Montecopiolo si trovano ora a vivere un’assurda e ingiusta situazione di difficoltà”, conclude il senatore Croatti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo il "trasloco" dalle Marche all'Emilia Romagna, il comune ha i conti in rosso e rischia il default

RiminiToday è in caricamento