Doppia tappa a Morciano di Romagna per Wefree

"Ogni volta - dice Nicolò - è come rivivere momenti dolorosi, anche se sono già passati tre anni. Ma non possiamo nascondere gli aspetti più brutti, sarebbe troppo semplice"

Doppia tappa a Morciano di Romagna per Wefree, la campagna di prevenzione della Comunità che si sviluppa ogni anno per l’intera durata del periodo scolastico in tutta Italia, con dibatti e confronti all’interno degli istituti superiori. Due gli incontri che martedì e giovedì coinvolgeranno gli studenti dell’Istituto Tecnico Commerciale “P. Gobetti”. Roberto, Momo, Marco e Nicolò sono i  ragazzi al termine del percorso di recupero in Comunità che racconteranno le loro storie, in due incontri della durata di quasi due ore l’uno.

Raccontarsi di fronte a una platea di studenti poco più giovani non è facile: «Ogni volta – dice Nicolò – è come rivivere momenti dolorosi, anche se sono già passati tre anni. Ma non possiamo nascondere gli aspetti più brutti, sarebbe troppo semplice». E proprio dal racconto dei momenti difficili passa il messaggio di prevenzione, attraverso la condivisione delle sofferenze provocate dalle sostanze.

«Forse – continua Nicolò  – per molti di loro questa è una scusa per perdere qualche ora di lezione. Ma magari resterà qualcosa di quello che abbiamo detto oggi e il giorno in cui si troveranno a dover scegliere, prenderanno la strada giusta. Siamo gli ultimi che possono insegnare qualcosa. Abbiamo solo la nostra storia e con quella cerchiamo di rispondere ai loro dubbi».

In un’ottica educazionale “peer to peer”, dal 2002, i format di prevenzione inseriti nel progetto WeFree si sono sviluppati in oltre 400 tappe sul territorio, con la partecipazione e il coinvolgimento attivo di più di 230 mila studenti nelle scuole medie e superiori.  Il dialogo può proseguire anche sul web grazie al sito www.wefree.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento