menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dove fare il bagno in mare? Decisi i punti di campionamento delle acque

La Giunta della Provincia di Rimini ha approvato la delibera inerente la “Individuazione e classificazione delle acque di balneazione e dei punti di campionamento relativi per l’anno 2012”

La Giunta della Provincia di Rimini ha approvato la delibera inerente la “Individuazione e classificazione delle acque di balneazione e dei punti di campionamento relativi per l’anno 2012”. Si tratta della rilevazione svolta annualmente che, su base dei dati tecnici di ARPA e AUSL, permette di individuare sia l’estensione delle acque di balneazione, sia i relativi punti di rilevamento che, per il 2012, non variano rispetto al 2011.

Nella delibera vengono anche indicate le zone vietate permanentemente per motivi igienico sanitari e per motivi di sicurezza nonché di dare mandato ai Sindaci di segnalare con le modalità previste dal D.Lgs.116/2008 le acque vietate permanentemente alla balneazione e le zone vietate temporaneamente alla balneazione per motivi igienico sanitari, qualora nel corso della stagione balneare si verifichino situazioni di inquinamento anche di breve durata.

Infine si dispone di valutare l’eventuale modifica delle acque di balneazione, in seguito alla pubblicazione dei risultati definitivi del progetto “previbalneazione” a supporto della gestione degli episodi di inquinamento di breve durata. Si ricorda che in caso di episodi di inquinamento, anche di breve durata, la fascia inibita alla balneazione per 48 ore misura 300 metri suddivisi equamente in 150 metri a destra e 150 metri a sinistra del punto critico individuato.

“Il quadro presentato dai tecnici di ARPA e USL – spiega Stefania Sabba, Assessore all’Ambiente della Provincia di Rimini – porta a mantenere inalterato il quadro delle acque di balneazione. Diventa ancora più importante il lavoro dei Comuni al fine di migliorare la comunicazione e l’informazione ai bagnanti e ai cittadini. Per questo la Provincia di Rimini, consapevole dell’attenzione crescente su questa tematica, si è resa disponibile per coordinare un gruppo di lavoro con i Comuni della costa per individuare insieme una modalità e strumenti uniformi di comunicazione”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento