Dramma al circo Martini di Bellaria, 19enne muore dopo due giorni di agonia

Il ragazzo, parente dei proprietari della struttura, è precipitato da un'altezza di 3 metri nella serata di martedì. Sul posto è intervenuta la polizia municipale bellariese

Foto archvio

Drammatico incidente al Circo Martini, a Bellaria - Igea Marina in via Uso, dove ha perso la vita un ragazzo di 19 anni parente dei proprietari della struttura. L'incidente è avvenuto nella serata di martedì quando il ragazzo, secondo quanto affermato dal proprietario del circo, è salito su un praticabile (una piattaforma su cui possono salire e muoversi gli attori e i tecnici, in quanto resistente al peso di almeno una persona) alto circa 3 metri e, forse a causa di un improvviso mancamento, è precipitato a terra. La tragedia si è consumata verso la mezzanotte, quando altri addetti stavano iniziando a smontare la struttura, e nessuno si è accorto dell'incidente. I dipendenti del circo hanno trovato il 19enne a terra, privo di coscienza, e hanno dato l'allarme. Sul posto sono intervenuti i mezzi del 118 con i sanitari che, dopo aver tentato di stabilizzare le condizioni del giovane, lo hanno trasportato col codice di massima gravità al pronto soccorso del "Bufalini" di Cesena dove, dopo due giorni di agonia, il suo cuore ha smesso di battere nel pomeriggio di giovedì. Sul luogo dell'incidente, per i rilievi di rito, è intervenuta la polizia Municipale di Bellaria e gli ispettori della Medicina del Lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

Torna su
RiminiToday è in caricamento