Droga, clandestini e clienti non denunciati, guai per il titolare di un residence

I controlli della polizia di Stato, effettuati coi cani anti-droga, hanno interessato la struttura ricettiva di Miramare

Nel corso del fine settimana il personale della Questura di Rimini ha effettuato una serie di controlli mirati finalizzati al contrasto dello spaccio di stupefacenti e ai clienti delle strutture ricettive del territorio. In particolare, a finire nei guai è stato il titolare di un residence di Miramare che non aveva denunciato alle autorità gli ospiti. Sempre nella stessa struttura sono stati deferiti all'autorità giudiziaria due stranieri, risultati irregolari sul territorio italiano, e un 39enne napoletano. Quest'ultimo, durante la perquisizione della stanza che occupava, è stato trovato in possesso un bilancino di precisione digitale e 2 frammenti di hashish del peso di 9 grammi, oltre a diverse bustina utilizzate per il confezionamento. Sul tavolo, inoltre, sono stati trovati numerosi frammenti di cellophane bianco ed un rotolo di carta stagnola e un coltello a serramanico con 6 centimetri di lama usato per tagliare la sostanza stupefacente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

Torna su
RiminiToday è in caricamento