Droga e furti in spiaggia e nei negozi: due arresti e due denunce

I Carabinieri della Tenenza di Cattolica hanno invece denunciato in stato di libertà un 21enne e un 51enne, entrambi marocchini, ritenuti responsabili in concorso fra loro di furto aggravato

Coltivava marijuana in casa l’uomo arrestato dai Carabinieri della Stazione di Montefiore Conca. Nel tardo pomeriggio di venerdì i militari, nell’ambito di una specifica attività investigativa, hanno bussato alla porta di un 40enne del luogo, per eseguire una perquisizione. Dalla sua abitazione sono uscite fuori 4 piante di marijuana alte circa 1 metro ed un bilancino di precisione.

I carabinieri della Stazione di Riccione hanno invece arrestato un 59 enne, già noto alle forze dell'ordine e residente a Ferrara, responsabile di furto aggravato. I militari, a seguito di segnalazione avvenuta tramite il numero di emergenza “112”, sono intervenuti sul lungomare D’Annunzio presso lo stabilimento balneare 122, dove hanno rintracciato e bloccato l’indagato, che poco prima si era reso responsabile del furto di una borsa da mare contenente due telefoni cellulari e la somma contante di 50 euro in danno di un 50enne turista di Terni. La refurtiva è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario. Direttissima nella mattinata odierna per entrambi gli arrestati.

I Carabinieri della Tenenza di Cattolica hanno invece denunciato in stato di libertà un 21enne e un 51enne, entrambi marocchini, ritenuti responsabili in concorso fra loro di furto aggravato. Gli  indagati, all’interno di un supermercato ubicato in piazza della Repubblica, si sarebbero impossessati di generi alimentari guadagnando velocemente l’uscita. L’azione è stata però notata dagli addetti alla vendita del supermercato, che hanno seguito i due prima che venissero prontamente bloccati da una pattuglia di militari nel frattempo allertata. La refurtiva, del valore di 50 euro, è stata recuperata e restituita.

A Misano Adriatico invece i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato in stato di libertà un 45enne del luogo già noto alle forze dell'ordine poichè ritenuto responsabile dei reati di detenzione e spaccio di stupefacenti, estorsione e porto abusivo di armi. Nella circostanza i militari della Stazione Carabinieri di Misano Adriatico, intervenuti in via della Repubblica, hanno individuato e bloccato l’indagato in quanto questi – utilizzando un coltello – aveva danneggiato le ruote dell’autovettura appartenente a un 38enne del luogo. Gli immediati riscontri compiuti avrebbero consentito di acclarare che l’azione delittuosa era stata posta in essere dal prevenuto quale ritorsione nei confronti del 38enne per il mancato pagamento di pregresse cessioni di hashish.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

  • Rapina a mano armata in pieno giorno, preso di mira un supermercato

Torna su
RiminiToday è in caricamento