Il fiuto di Jaco stana tre spacciatori all'interno del parco Cervi

Nella giornata di controlli della polizia di Stato, sono state 138 le persone identificate

Torna ad essere un "sorvegliato speciale" il parco Cervi di Rimini che, per tutta l'estate, è stato al centro dei controlli della polizia di Stato a causa del continuo spaccio di sostanze stupefacenti. Nella giornata di martedì gli agenti, col supporto del cane antidroga Jago, hanno effettuato un nuovo servizio di controllo del territorio che ha permesso di identificare 138 persone di cui, 37, stranieri. Grazie al fiuto del poliziotto a quattrozampe è stato possibile incastrare un 53enne nelle cui tasche sono spuntati 30 grammi di marijuana. Altri due giovani, trovati in possesso di modiche quantità di stupefacenti, sono stati denunciati a piede libero. Al termine della giornata, è stato possibile sequestrare, in tutto, 70 grammi di droga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

Torna su
RiminiToday è in caricamento