Due ciclabili in dirittura d'arrivo e inaugurazione del nuovo Museo d’arte contemporanea

Sono in tutto 12 le opere che, a Rimini, vedono cantieri in corso o verso la fine per proseguire nel processo di rinnovamento della città

Strade, sistema fognario, riqualificazione urbanistica, motori culturali, scuole: da nord a sud del territorio, dall’entroterra al mare, si moltiplicano gli interventi per proseguire nel processo di rinnovamento e nel percorso di sviluppo della città. Tra grandi opere e lavori forse meno evidenti ma altrettanto importanti, nel corso del 2020 si raccoglierà il frutto di una mole di investimenti su tutta la città. Tra questi si ricordano dodici cantieri appena avviati, in pieno attuazione e alcuni in dirittura d’arrivo a partire dal centro storico e dai musei che stanno sbocciando, alla trasformazione di tutto l’asse del lungomare, a nord e sud, con il Parco del Mare e il Bando periferie, passando per l’area stazione e le infrastrutture viarie.

E’ fissata per il 14 marzo l’inaugurazione del PART, Palazzi dell'Arte di Rimini, il nuovo museo di arte contemporanea che, grazie all’incontro con la Fondazione San Patrignano, andrà ad ampliare l’offerta culturale della città di Rimini. Un nuovo attrattore culturale che incrocia la valorizzazione di due palazzi storici come il Palazzo dell’Arengo e del Podestà, oggetto di lavori che ne hanno consentito l’esaltazione del valore storico architettonico e le potenzialità di fruizione. L’intervento di valorizzazione degli edifici storici è stato realizzato in sinergia e in contemporanea con la riqualificazione impiantistica, con soluzioni impiantistiche innovative in grado di ottimizzare il comfort interno ed i consumi energetici. La scorsa settimana la giunta ha inoltre approvato il progetto definitivo/esecutivo del “giardino del Museo”, che si sviluppa nello spazio tra piazzetta San Martino e il retro dei Palazzi dell’Arengo e Podestà.

Proseguono a pieno ritmo anche i lavori per la valorizzazione dell'area dell'antico fossato di Castel Sismondo, terzo intervento del nuovo Museo Internazionale Federico Fellini. Un intervento, che sarà completato per l'inizio di marzo, con cui si riqualificherà l’area dell'antico fossato e le mura della fortezza esterne alla Corte del Soccorso. E’ inoltre in corso la realizzazione dei sottoservizi propedeutici al lotto Connessioni Urbane, con la riqualificazione delle vie del centro storico, della piazzetta San Martino e della piazzetta Sferisterio.

E’ prevista a giorni la conclusione della sistemazione della piazza antistante il fabbricato dei viaggiatori della stazione di Rimini, prima fase del protocollo di intesa per la riqualificazione e la trasformazione urbana dell’intera area sottoscritto tra Comune, Rfi e Regione Emilia Romagna. Il progetto, che porterà alla realizzazione di una grande piazza pedonale quale nuova porta di accesso alla città, ha un costo complessivo di oltre un milione e mezzo di euro a carico alla Società RFI. Sono partiti inoltre di recente anche i lavori al Metropark, per l'ampliamento del parcheggio esistente.

Sul fronte della mobilità attiva, saranno completati in aprile i lavori per la pista ciclabile su via Coriano, finanziati attraverso il collegato ambientale. Il percorso ciclopedonale in sede propria in corso di realizzazione procede a fianco della strada esistente nel tratto che va dalla statale 16 fino a Villaggio San Martino, un nucleo dove vivono 200 famiglie. Sempre in aprile si completeranno i lavori per la realizzazione e rifunzionalizzazione del percorso ciclabile protetto su Via Coletti a San Giuliano. Il progetto vede la realizzazione di un percorso ciclabile protetto e rialzato e di oltre 900 metri sul lato monte di Via Coletti, tra il ponte sul Deviatore Marecchia e il ponte della Resistenza; l’adeguamento delle fermate del trasporto pubblico locale e la realizzazione di una serie organica di interventi per potenziare la sicurezza stradale. L’intervento, incluso nell'itinerario della Ciclovia Adriatica della Rete delle Ciclovie Regionali, prevede un investimento di circa 450 mila euro, finanziato per 200.000 euro dalla Regione Emilia Romagna.

Inizieranno tra fine maggio e inizio giugno gli interventi per la nuova infrastruttura ciclabile che collegherà lungo l’asse via Roma – Ugo Bassi – Settembrini la stazione ferroviaria all’ospedale. Oltre 2.5 km (2.710 metri) realizzati in sede propria che oltre connettere i due poli si integreranno con percorsi ciclabili esistenti e in fase di progettazione per favorire il collegamento da monte verso il centro città e la marina e per connettere la zona sud e la zona nord di Rimini della città. Il tratto, per il quale è previsto un investimento di 700.000 euro finanziato attraverso il Fondo Sviluppo e Coesione Infrastrutture 2014-2020, che sarà consegnato per febbraio 2021.

E’ nella fase conclusiva la realizzazione della nuova rotatoria sulla Statale 16 nella zona Padulli all’altezza degli stabilimenti Valentini, che sarà completata entro febbraio. La nuova infrastruttura sarà poi completata in primavera con i lavori di finitura e asfaltatura. Sarà poi su questa nuova infrastruttura che si andrà ad innestare la nuova viabilità, con la realizzazione del prolungamento di via Tosca e della viabilità d’accesso in zona Padulli, andrà a completare intero intervento di realizzazione sulla statale 16 all’altezza degli stabilimenti Valentini. Spostandosi nel quadrante nord della città, è in fase avanzata il potenziamento dell’asse viario Mazzini, Caprara, Serpieri e Domeniconi, per un investimento complessivo di circa 6 milioni e mezzo finanziato con fondi Fsc e che si concluderà tra maggio e giugno, entro l’inizio dell’estate. L’allargamento consentirà la creazione di un doppio senso di marcia in grado di assorbire i flussi di traffico sgravando l’asse di prima linea prospiciente la fascia di spiaggia.

Una fascia a mare che sarà sempre più valorizzata e fruibile grazie all’opera di rigenerazione dei lungomari di Rimini Nord: gli operai e i tecnici si sono messi al lavoro lo scorso 23 gennaio per la riqualificazione di tutto il lungomare da Torre Pedrera a Rivabella, nell’ambito del progetto del Parco del Mare. L’intervento, parte dell’insieme di progetti sinergici previsti dal Bando delle periferie, ha un valore stimato in 12,5 milioni di euro ed è suddiviso in quattro lotti che stanno procedendo contemporaneamente, fino a creare un’ampia passeggiata continua di 6,3 km, con l’inserimento di percorsi pedonali e ciclabili, la creazione di spazi di aggregazione, nuovi arredi e illuminazione. Restando al mare, ma guardando verso sud, proseguono secondo cronoprogramma i lavori per il primo stralcio dei tratto 1 (Tintori) e 8 (Spadazzi). per la realizzazione dell’infrastruttura verde urbana del Parco del Mare, sulla base delle linee di indirizzo progettuali elaborate per il Comune dallo studio Miralles Tagliabue. La prima fase dell’intervento si concluderà, su entrambi i tratti, entro l’estate 2020 a cui farà seguito una seconda fase che darà completamento al progetto anche nella fascia verso monte, grazie ai finanziamenti intercettati sui bandi della Regione Emilia Romagna per la rigenerazione urbana e la riqualificazione dei prodotti turistici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si lavora sopra e si lavora sotto, con il Piano di salvaguardia della Balneazione. Cuore dell’opera forse più rappresentativa dell’intero piano è piazzale Kennedy, dove attualmente sono in corso la realizzazione della vasca di laminazione e le condotte sottomarine, lavori giunti ormai alla fase di conclusione. Inizia a prendere forma la nuova scuola elementare Montessori, uno spazio di 6.400 mq in via Cuneo che potrà ospitare già nel prossimo anno scolastico gli studenti consegnandogli una nuova scuola con dieci aule (cinque per piano), un ampio giardino interno, laboratori e spazi per attività collettive, come mensa, biblioteca, sala insegnanti. Accanto al blocco principale, sorge un blocco secondario, costituito da un piano fuori terra in cui troveranno collocazione la palestra di circa 200 mq. oltre ai locali spogliatoio, deposito, infermeria e altri servizi. La nuova “Montessori”, che ha un costo di 2.700.000 euro, cofinanziato al 50% dal MIUR e si completerà entro l’inizio del prossimo anno scolastico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nella mattinata, ragazzino perde la vita

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Stroncato da un'overdose, giovane padre di famiglia ritrovato senza vita nel garage

  • Si lascia cadere nel vuoto, gesto estremo di un ragazzo

  • Lo storico negozio annuncia la sua chiusura sui social dopo 54 anni di attività

  • Ristorante riminese nel top restaurant di TripAdvisor

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento