menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due donne vicine di casa se le danno sonoramente, serve la forza pubblica

Allarmata telefonata di un marito residente a Bellaria in via Massarenti che richiedeva con urgenza l'intervento di una pattuglia in quanto la moglie si stava picchiando con una vicina di casa e disperato non riusciva a separare le due donne

Botte tra vicini a Bellaria, tocca ai carabinieri intervenire per sedare la lite. Verso le 22 di venerdì sull’utenza “112 “del  pronto intervento del Comando Provinciale Carabinieri di Rimini, è arrivata la telefonata di un marito residente a Bellaria in via Massarenti che richiedeva con urgenza l’intervento di una pattuglia in quanto la moglie si stava picchiando con una vicina di casa  e disperato non riusciva a separare le due donne che secondo quanto riporta una nota dei carabinieri se le davano come dissennate.

Veniva fatta convergere sul luogo, la pattuglia del Nucleo Radiomobile. I militari dell’Arma con sorpresa constatavano che entrambe le due contendenti, una sessantenne di origini meridionali ed una quarantenne di nazionalità albanese se l’erano date di santa ragione, riportando entrambe inequivocabili segni di  percosse, come tumefazioni ed ecchimosi al volto. La lite era stata particolarmente violenta tanto da rendere indispensabile  l’intervento di un’ambulanza che trasportava le due donne con urgenza al pronto soccorso per le necessarie cure del caso. I carabinieri avevano modo di accertare che tra le due vicine di casa vi erano stati dissapori pregressi che con il tempo erano lievitati, sino a  quando entrambe hanno deciso di affrontarsi,  tanto che neanche il marito riusciva a separarle fino all’arrivo dei militari dell’Arma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica bollette luce e gas: quando e come ottenerla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento