rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Riccione

Due fratelli i rapinatori del Conad, arrestati dai carabinieri dopo il colpo

I malviventi erano entrati in azione giovedì sera, all'ora di chiusura, minacciando i dipendenti con un coltello

E' durata poco meno di 24 ore la fuga dei due rapinatori che, nella prima serata del 1 febbraio, avevano messo a segno una rapina ai danni del Conad di via Catullo a Riccione. Un'inchiesta lampo dei carabinieri della Compagnia di Riccione ha permesso di identificare gli autori del colpo, due fratelli di origini siciliane, che col volto coperto e armati di coltello erano riusciti a farsi consegnare dai dipendenti del supermercato l'incasso della giornata. Un bottino di oltre 2mila euro che, secondo quanto emerso, ha visto i malviventi studiare la rapina nei minimi dettagli entrando in azione durante la temporanea disattivazione della videosorveglianza. Nonostante questo, gli inquirenti dell'Arma sono riusciti a risalire ai due fratelli nei confronti dei quali è stato effettuato un fermo di polizia e, nella giornata di sabato, il gip dovrà decidere se convalidarlo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due fratelli i rapinatori del Conad, arrestati dai carabinieri dopo il colpo

RiminiToday è in caricamento