Due prostitute si accapigliano per la piazzola migliore: i carabinieri le dividono

Due prostitute litigavano per la piazzola migliore: ci sono anche queste liti tra quelle a cui sono chiamati i carabinieri. Alle ore 17:30 circa di venerdì, un appuntato dei Carabinieri libero dal servizio ed in abiti civili ha dovuto separarle

Infophoto

Due prostitute litigavano per la piazzola migliore: ci sono anche queste liti tra quelle a cui sono chiamati i carabinieri. Alle ore 17:30 circa di venerdì, un appuntato dei Carabinieri libero dal servizio ed in abiti civili, nel camminare lungo Viale Regina Margherita all’altezza della fermata nr. 26 era costretto ad intervenire per sedare una lite tra due donne. Nel mentre provvedeva a contattare la Centrale Operativa del Comando Provinciale dei Carabinieri di Rimini al fine di richiedere l’intervento di una pattuglia.

 Sul posto veniva fatta convergere una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile i cui militari giunti sul luogo avevano modo di constatare che le due donne, una ucraina e l’altra romena, conosciute quali prostitute, stavano litigando per questioni inerenti al posto da occupare durante il loro lavoro. Riportate entrambe alla ragione, e dopo aver appurato che le stesse non presentavano lesioni visibili, la cittadina romena B.N. veniva deferita all’Autorità Giudiziaria per inosservanza del foglio di via emesso dal Questore di Rimini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento