rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca Morciano di Romagna

E’ nata l’associazione ValConcaBio per un’agricoltura più naturale e meno chimica

Composta da agricoltori, trasformatori, commercianti, ristoratori e consumatori  come soci fondatori e da un notevole numero di soci sostenitori del modello agro-ambientale biologico

E’ nata l’associazione ValConcaBio, per un’agricoltura più naturale e meno chimica, che vada verso un maggior rispetto dell’ambiente e con una produzione davvero sana a 360°. Oltre una ventina di imprenditori, dunque,  sostenitori del settore biologico, si sono costituiti di recente in un’associazione culturale denominata "ValConcaBio", apartitica e apolitica, senza scopi di lucro, e con il compito di continuare il Progetto del Comune di Saludecio, iniziato nel 2019,  portando un messaggio "di un mondo meno impattante sull'ambiente, più rispettoso verso gli animali d’allevamento e soprattutto più salutare per il consumatore finale". La neonata associazione è composta da agricoltori, trasformatori, commercianti, ristoratori e consumatori  come soci fondatori e da un notevole numero di soci sostenitori del modello agro-ambientale biologico (già quasi 100 le tessere di adesioni sottoscritte) con il sostegno pure già ottenuto di ben 13 amministrazioni comunali locali e la collaborazione dell’Istituto Agrario Cecchi di Pesaro.  Il presidente, Tommaso Adanti, il vice presidente Davide Rosati, agronomo, e il segretario Loris Marchionni sono convinti sostenitori del biologico  e nel caso di Loris Marchionni anche esperti sul campo poiché  socio di una grandissima azienda familiare che opera sulla trasformazione dei foraggi anche biologici in tutto il territorio nazionale.

"la nascita dell’associazione ha coinvolto oltre venti  soci fondatori e molte decine di soci sostenitori _ conferma Pietro Dina, consigliere comunale di Saludecio tra i fondatori dell’associazione e con delega alle Politiche Agricole _  e il fine immediato è svolgere attività di divulgazione con esempi pratici su imprese di successo nel settore biologico. Stiamo ragionando di organizzare incontri, meeting e convegni dove si analizza il biologico e le sue prospettive di sviluppo nella  società  moderna dei consumatori. Stiamo ipotizzando anche l’organizzazione di un fiera o sagra itinerante su tutto il territorio della Val Conca, esclusivamente di prodotti biologici anche provenienti da altre regioni, da integrare alle nostre tradizioni eno-gastronomiche anche  con quei prodotti che sul nostro territorio per motivi climatici e ambientali non sono possibili". Tra i massimi obiettivi vi è quello di stimolare i soci operativi  a produrre e trasformare sempre di più i propri prodotti in prodotti  biologici da valorizzare poi sul mercato locale attraverso i commercianti e i ristoratori, arrivando addirittura ad un possibile marchio di qualità ValConcaBio sui nostri territori. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E’ nata l’associazione ValConcaBio per un’agricoltura più naturale e meno chimica

RiminiToday è in caricamento