Venerdì, 15 Ottobre 2021
Cronaca

Ecco il progetto di riqualificazione e valorizzazione dell’area archeologica del ponte di San Vito

L’obbiettivo è quello di valorizzare l’area attraverso la riscoperta del suo ruolo storico e dei legami con gli elementi territoriali che lo circondano, sviluppandone la fruizione attraverso un insieme di interventi

Erano un centinaio i residenti che domenica sera hanno partecipato, a San Vito,  alla presentazione del progetto di riqualificazione e valorizzazione dell’area archeologica del ponte di San Vito. Un incontro organizzato insieme alla Pro Loco di San Vito proprio nell’area che sarà oggetto degli interventi. A illustrare  l’intervento erano presenti l’assessore ai lavori pubblici del Comune di Rimini, Jamil Sadegholvaad, e Andrea Succi di Anthea.

L’obbiettivo è quello di valorizzare l’area archeologica del ponte di San Vito attraverso la riscoperta del suo ruolo storico e dei legami con gli elementi territoriali che lo circondano, sviluppandone la fruizione attraverso un insieme di interventi. Tra questi la realizzazione di un percorso ad anello in grado di unire le rovine del ponte, l’antico tracciato della via Emilia e il fiume Uso. Una nuova pavimentazione valorizzerà l’antico tratto della via Emilia, che dal sagrato della Chiesa dei santi Vito e Modesto condurrà all’area del ponte, con un sistema di illuminazione che ne consentirà la fruizione anche notturna. Un particolare quest’ultimo, molto importante, perchè renderà fruibile la zona anche per la realizzazione degli eventi.

“Intorno al ponte – spiega l’assessore Sadegholvaad –  andremo a sviluppare un progetto atteso da tanti anni dalla comunità locale, che vede in questo sito un elemento forte e simbolico di identità. Non solo, per la qualità del progetto e l’importanza storica del sito, sarà tutta la città di Rimini a beneficiarne, anche in chiave turistica e culturale. Quello che da anni è un grande campo intorno a cui sorgono i resti del ponte romano, diventerà un sito accessibile a tutti, anche ai più anziani o alle mamme con le carrozzine, attraverso interventi mirati in grado di coniugare fruibilità e impatto ambientale. Le infrastrutture tecnologiche e funzionali che andremo a realizzare permetteranno di esaltare la bellezza del sito e il senso di comunità che ispira questo luogo. Il ponte di San Vito, la piazzetta del Tituccio di Corpolò, la nuova piazza di Santa Giustina - che partirà dopo l’estate –, la pieve di San Salvatore, sono interventi accomunati dalla volontà dell’Amministrazione di valorizzare gli elementi storici e i luoghi identitari di tutto il territorio riminese”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco il progetto di riqualificazione e valorizzazione dell’area archeologica del ponte di San Vito

RiminiToday è in caricamento