Edilizia: drastica riduzione della Cosap e rateizzazione degli oneri di concessione

Le azioni dell’amministrazione comunale di Morciano per dare nuovo impulso alle piccole imprese edili

Le azioni dell’amministrazione comunale di Morciano in materia di edilizia hanno, come obiettivi, la drastica riduzione della Cosap e la rateizzazione degli oneri di concessione Dare nuovo impulso alle piccole imprese edili (imbianchini, muratori, piastrellisti, etc.) e favorire la riqualificazione degli immobili esistenti. Un obiettivo che l’amministrazione comunale del sindaco Giorgio Ciotti vuole raggiungere principalmente attraverso tre azioni, che sono state già messe in campo con successo nelle ultime settimane. La prima è la modifica al regolamento edilizio di Morciano, con novità importanti per quanto riguarda la superficie degli alloggi e la capacità abitativa. La seconda azione è data invece dal nuovo regolamento per l’occupazione di spazi e aree pubbliche (Cosap), approvato nel corso del Consiglio comunale del 22 dicembre scorso. Il regolamento prevede in particolar modo riduzioni fino al 50 per cento per l’occupazione di suolo legata ai cantieri edili. Una misura che faciliterà soprattutto coloro che devono eseguire lavori di sistemazione (verniciatura, intonacatura, etc.), i quali richiedono l’installazione di impalcature temporanee.

La terza azione va invece incontro a chi si accinge a compiere un investimento per realizzare un intervento edilizio (sia esso un nuovo edificio oppure una riqualificazione). Con un’apposita delibera, l’amministrazione comunale ha infatti autorizzato la rateizzazione degli oneri di concessione edilizia dovuti all’ente. In poche parole, non sarà più necessario pagare subito l’intera somma spettante al Comune, ma sarà possibile diluirla in 12 mesi (nel caso di importi dai 2.500 ai 15mila euro), 24 mesi (15mila-30mila euro) o 36 mesi (importi superiori ai 30mila euro), attraverso apposite rate. Questo consentirà alle famiglie e ai costruttori di avere fin da subito maggiori risorse economiche a disposizione per eseguire materialmente i lavori, offrendo la possibilità di provvedere in un secondo momento al versamento degli oneri.
“Queste azioni – spiega il sindaco di Morciano, Giorgio Ciotti – hanno un duplice scopo. Da un lato, accelerare quel processo di recupero e rigenerazione del patrimonio urbanistico e architettonico di Morciano, attraverso la valorizzazione degli immobili già esistenti e soprattutto senza prevede ulteriori consumi di suolo. Dall’altro lato, l’amministrazione comunale intende rilanciare quelle piccole imprese artigiane legate al mondo dell’edilizia, dai muratori agli imbianchini, dagli intonacatori ai falegnami, che un tempo a Morciano erano più di 270. Tutto ciò si aggiunge ai bonus fiscali già previsti nel 2018 a livello nazionale dal Governo”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento