Educativa di strada, nuovo affidamento del servizio gestito dall’Unione dei Comuni Valmarecchia

Il servizio - che verrà nuovamente affidato in appalto dall’Unione di Comuni Valmarecchia per un periodo fino a due anni - è rivolto anche ai gruppi informali con comportamenti a rischio e in situazioni di disagio

I Comuni di Santarcangelo, Verucchio e Poggio Torriana danno continuità al servizio Educativa di strada rivolto ai giovani e agli adolescenti che frequentano o potrebbero frequentare i centri di aggregazione esistenti e ai gruppi di giovani che non accedono a tali servizi, con particolare attenzione ai giovani adolescenti di prima e seconda immigrazione. Il servizio - che verrà nuovamente affidato in appalto dall’Unione di Comuni Valmarecchia per un periodo fino a due anni - è rivolto anche ai gruppi informali con comportamenti a rischio e in situazioni di disagio.

Gli obiettivi che le tre Amministrazioni comunali intendono raggiungere attraverso l’Educativa di strada riguardano la possibilità di garantire una serie di opportunità aggregative e a sostegno della creatività giovanile, avviare azioni di promozione di cittadinanza attiva e sociale, azioni di integrazione e dialogo interculturale. Gli educatori di strada dovranno inoltre preoccuparsi di costruire una rete territoriale in grado di dialogare e offrire risposte nonché promuovere la nascita di relazioni con i gruppi informali a rischio. Sono poi previste azioni di sensibilizzazione sul problema del disagio, con lo scopo di promuovere e generare una cultura di coesione della società civile intorno alle politiche giovanili e a quelle della riduzione del disagio.

Il servizio prevede infine l’attivazione di percorsi di partecipazione giovanile e azioni di contrasto alle dipendenze oltre alla costruzione di azioni positive fra adolescenti stranieri favorendo l’integrazione nei luoghi informali del territorio e promuovendo le potenzialità delle giovani generazioni. L’affidamento del servizio Educativa di strada, che avverrà attraverso una gara d’appalto, avrà la durata di un anno con possibilità di rinnovo per un ulteriore anno. L’importo complessivo a base d’asta (per la durata di un anno sono previste 1.225 ore di prestazione sul territorio) è di 24.700 euro, oltre Iva, per un importo complessivo che in via presunta può essere stimato in 49.400 euro sempre oltre Iva se dovuta.

Il servizio è finanziato con fondi dei Comuni, dell’Unione e del Fondo Sociale Regionale ed è inserito nel Piano attuativo di zona per il biennio 2013-2014. La trasmissione dell’offerta dovrà pervenire all’Unione di Comuni Valmarecchia entro il giorno 8 settembre. Tutte le informazioni riguardanti l’ammissibilità alla gara, la procedura e la trasmissione dell’offerta nonché la modalità di presentazione della stessa, sono disponibili sul sito dell’Unione Comuni Valmarecchia (www.vallemarecchia.it) nella sezione avvisi e bandi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento