Elezioni europee, Cipriani: "Dobbiare costruire un'Europa a misura della piccola e media imprenditoria"

"Lavorerò per l'accesso ai bandi e per sciogliere i nodi legati alle infrastrutture, come il riammodernamento della rete ferroviaria adriatica"

Vallì Cipriani, candidata per la Lega al Parlamento europeo interviene sul tema delle esigenze piccola e media imprenditoria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Credo che gli artigiani romagnoli non possano sottovalutare l’importanza del voto del 26 maggio che, nel bene o nel male, delineerà, in modo sostanziale, i connotati dell’Ue nei prossimi cinque anni.  Ecco perché le piccole imprese dell’artigianato della Romagna, in previsione di questa tornata elettorale in arrivo, sono chiamate ad assumere un ruolo attivo e a comprendere quali potrebbero essere le conseguenze del loro voto sulle imprese del territorio e sui cittadini. Ogni artigiano romagnolo sa bene che occorrerà far sentire la voce della Romagna per costruire un’Europa a misura di Pmi. Non dimentichiamo che parlare di micro, piccole e medie aziende in Europa significa parlare del 99,8% del tessuto produttivo dell’Eurozona, e questo è un dato che tutti devono avere ben chiaro in testa, ricordando quali sono i  punti cogenti su cui il nuovo Parlamento Europeo dovrà intervenire: la revisione e il rafforzamento dello Small Business Act, il sostegno alla digitalizzazione, il supporto all’innovazione e agli investimenti, l’incremento delle politiche finalizzate all’economia sostenibile e circolare, il rafforzamento dell’internazionalizzazione e l’equità del mercato. Da qui il mio impegno a supportare il sistema delle Pmi della Romagna anche ed in particolare nell’accesso ai molti bandi europei, soprattutto quelli legati all’innovazione e a vedere sciolti definitivamente i nodi infrastrutturali che da molto tempo sono lì irrisolti, come per esempio il riammodernamento della rete ferroviaria adriatica, l’apertura del cantiere per il ripristino dei fondali del porto di Ravenna, il potenziamento dei collegamenti degli aeroporti di Rimini e Forlì".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento