Emergenza case: incontro tra il Comune e i rappresentati di Adl Cobas

Tra le proposte sottoposte all'Amministrazione comunale, quella dell'attivazione di un “bando per l'erogazione di contributi a sostegno di inquilini morosi incolpevoli”

martedì mattina tecnici e funzionari dei servizi sociali del Comune di Rimini, insieme al responsabile del  settore, hanno incontrato negli uffici dell’Assessorato di via Ducale rappresentanti di Adl Cobas per un confronto sul tema del problema casa. È stata l'occasione per il Comune di Rimini di ribadire l'attenzione prioritaria nei confronti delle politiche di welfare, sui quali l'Amministrazione comunale di Rimini investe più del 40% delle proprie risorse  e, in particolare, le azioni riguardanti il fabbisogno abitativo sociale.

Nello specifico, tra le proposte sottoposte all'Amministrazione comunale, quella dell'attivazione di un “bando per l'erogazione di contributi a sostegno di inquilini morosi incolpevoli”. I funzionari del Comune di Rimini hanno informato i rappresentanti Adl Cobas come e dove poter fare domanda, essendo già attivo un bando in tal senso con una disponibilità a bilancio, per il 2015, di 285 mila euro. Oltre a queste azioni i funzionari hanno illustrato i servizi di assistenza alla casa come quello relativo all'edilizia residenziale pubblica, al canone calmierato e i progetti come quello de residence dei babbi, dell'albergo sociale e dell'housing first.

Anche riguardo la richiesta di “abbassare fasce di reddito per ottenere l'alloggio Erp”, è stato fatto notare come, recentemente,vi sia stato da parte del vicesindaco con delega ai servizi sociali del Comune di Rimini Gloria Lisi, un appello pubblico (sottoscritto da numerosi altri esponenti istituzionali) alla Regione Emilia Romagna,  titolare del regolamento in materia, ad intervenire in questa direzione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre, riguardo al caso specifico di sfratto portato dai rappresentanti di Adl Cobas e anticipato questa mattina da alcuni organi di informazione, sono state fatte notare da  incongruenze e informazioni incomplete circa la situazione delle persone coinvolte, confermando dunque l'assoluta correttezza delle azioni messe in campo dal Comune di Rimini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento