Energumeno violento ruba nelle auto e manda in ospedale 7 persone

Giornata di violenza a Riccione dove 3 derubati e 4 carabinieri sono stati costretti a ricorrere alle cure dei sanitari dopo aver arrestato un 34enne ucraino

Giovedì di ordinaria violenza a Riccione dove, in via Maremma, un ucraino 34enne che stava rubando all'interno di alcune vetture parcheggiate è andato in escandescenza dopo essere stato scoperto. A lanciare il primo allarme è stato il proprietario di un veicolo in sosta che aveva notato il malvivente aggirarsi lungo la strada e, dopo aver infranto i finestrini dell'auto, infilarsi nell'abitacolo per rubare quello che trovava a portata di mano. Richiamati dalle urla, altri due proprietari sono scesi in strada per cercare di bloccare il ladro che, nel frattempo, si era già impossessato di un'autoradio, un navigatore satellitare e un portafoglio in pelle. Vistosi scoperto, il 34enne ha aggredito con inaudita violenza uno dei proprietari per poi scaraventarlo a terra, tanto da procurargli delle lesioni che hanno necessitato dell'intervento dei sanitari. Nel frattempo, in via Maremma è arrivata una pattuglia dei carabinieri con i militari dell'Arma che hanno cercato di bloccare l'ucraino. Lo straniero, un energumeno di quasi 2 metri di altezza, si è ribellato colpendo con calci e pugni i due carabinieri che, con enorme difficoltà, sono riusciti ad ammanettarlo e a caricarlo nella pattuglia per portarlo in caserma.

Una volta arrivati in Comando, l'ucraino ha dato nuovamente in escandescenza tanto che non sono bastati 4 carabinieri a bloccarlo. Alla fine, i militari dell'Arma sono riusciti ad atterrare il 34enne che continuava a dibattersi e, solo dopo l'intervento dei medici del 118 che hanno praticato due punture di calmanti all'esagitato, lo straniero è stato riportato alla calma mentre i carabinieri sono stati accompagnati in pronto soccorso per una serie di contusioni ed escoriazioni in tutto il corpo poi giudicate guaribili in 7 giorni. Per l'ucraino, invece, è scattato l'arresto per furto, lesioni, resistenza e ingiurie a pubblico ufficiale ed è stato processato venerdì mattina per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento