rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Riccione

Entro Pasqua a Riccione conclusi i lavori del maxi-ripascimento regionale

L'annuncio dell'assessore Palazzi: “Massima tutela della nostra spiaggia e della imboccatura al porto canale dove sono programmati interventi per il triennio 2022-2023-2024”

“Entro Pasqua il maxi-ripascimento regionale a Riccione sarà concluso. Condizioni meteo-marine permettendo, la nostra città interessata per prima dai lavori e dalla cantierizzazione richiesta per montare due grandi condotte necessarie alla distribuzione di nuova sabbia sul litorale, sarà pronta e liberata dal cantiere, attivo ad oggi, giorno e notte sette giorni su sette. Passi successivi la stesura delle dune e il livellamento della sabbia in stretta collaborazione tra amministrazione e bagnini”-. Così l’assessore al Demanio Andrea Dionigi Palazzi soddisfatto dell’incontro svoltosi questa mattina a Cesenatico per tracciare il cronoprogarmma del Progettone 4 con l’assessore regionale alla Difesa del suolo e della costa, Irene Priolo e gli amministratori dei Comuni interessati dall’intervento.  Come è noto nell’area sud della spiaggia di Riccione arriveranno 175.000 metri cubi di nuova sabbia prelevati al largo di Ravenna, trasportati da una draga e distribuiti tramite tubature sulla battigia.

Oltre a questo maxi intervento l’amministrazione continua a prestare grande attenzione, 12 mesi l’anno, alla spiaggia e al porto canale. Dopo l’aggiudicazione definitiva alla ditta E.CO.TEC srl di un accordo quadro quadriennale 2021-2024 per la gestione dei lavori con una draga nei casi di necessità all’imboccatura del porto canale, l’amministrazione ha infatti individuato, tra gli interventi per il triennio 2022-2024, l’attività di dragaggio del porto canale da svolgersi in maniera continuativa compresa la stagione estiva nei casi di estrema necessità. Interventi inseriti in un apposito progetto approvato dalla Giunta, richiesto dalla Regione Emilia Romagna per l’assegnazione di contributi, come previsto nella Legge Regionale 19/1976, e redatto dal Servizio Demanio del Comune di Riccione. Si tratta sostanzialmente di interventi di ordinaria manutenzione eseguiti tramite draga e sabbiodotto per un ammontare complessivo di 730.000 euro distribuiti dal 2022 al 2024, 243.000 euro per ciascuno anno. Iniziati lo scorso dicembre i lavori del sabbiodotto per le operazioni di stesura a nord del porto della sabbia prelevata dall’imboccatura per mezzo della draga, si proseguirà fino ad aprile con lo smontaggio delle tubature consentendo quindi l’organizzazione delle tribune e dei campi del Beach Line Festival.

Il porto di Riccione situato sulla foce del Rio Melo è composto da due darsene poste una a levante e una a ponente del canale centrale e si estende fino al ponte stradale di via Castrocaro. Essendo un porto fluviale subisce l’interramento dei materiali sabbiosi provenienti da monte durante le precipitazioni piovose causando l’innalzamento del livello medio del fondale. La conformazione dei due moli facilita inoltre il deposito di sabbie. “Grazie ad un efficace sistema di gestione ed esecuzione delle attività di dragaggio con cui il Comune di Riccione si è dotato dal marzo 2021 - afferma l’assessore al Demanio Andrea Dionigi Palazzi – è possibile intervenire con la draga ogniqualvolta sia richiesto un intervento prelevando la sabbia in eccesso destinata al ripascimento della spiaggia a nord del porto canale. Questa nuova programmazione incentrata sull’attività di dragaggio fa seguito a quella degli ultimi tre anni (2019-2021) in cui abbiamo compiuto un maxi intervento diviso in tre tranche: le due darsene di Ponente e Levante, l’imboccatura del porto e l’asta compresa tra i ponti di viale D’Annunzio e via Castrocaro”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entro Pasqua a Riccione conclusi i lavori del maxi-ripascimento regionale

RiminiToday è in caricamento