Esche avvelenate nel parco, intervengono le guardie Ecozoofile

Fette di salame avvolte in quello che sembra essere del veleno per topi, le segnalazioni rimbalzano sui social

L'allarme è scattato nella mattinata di domenica quando, nello sgambatoio di Miramare al parco Spina Verde, una frequentatrice della zona ha scoperto delle polpette avvelenate. Secondo quanto segnalato, si tratta di fette di salame con, all'interno, quello che sembrerebbe essere a tutti gli effetti del veleno per topi. Sul posto sono intervenute le guardie Ecozoofile che hanno messo sotto sequestro il materiale ritrovato e che, nei prossimi giorni, sarà sottoposto ad analisi. Ulteriori esche sono state rinvenute anche nel pomeriggio tanto che si è reso necessario un ulteriore sopralluogo per rimuoverle. “In caso di sospetto avvelenamento -dicono le Guardie - è indispensabile portare immediatamente l’animale dal proprio veterinario di fiducia senza perdere tempo. Nel caso ci trovassimo distanti dalla clinica sarebbe opportuno somministrare acqua ossigenata o acqua e sale opportunamente diluiti, per indurre il vomito del cane. E’ stata recentemente prorogata l’Ordinanza del Ministero della Salute che vieta l’utilizzo e la detenzione di esche e bocconi avvelenati. Purtroppo è l’ennesima volta che interveniamo per questo tipo di segnalazioni, ed è anche per questo che, oltre ad essere un obbligo di legge, sollecitiamo le persone che fanno la passeggiata col cane a tenerlo al guinzaglio. Così facendo abbiamo sempre sott’occhio quello che potrebbe attirare la sua attenzione e le probabilità di salvare l’animale sono molto più alte. Purtroppo sono in molto a non sentire da questo orecchio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento